Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Lazio, Corte dei Conti: vaccini, attacco hacker è stato vile

colonna Sinistra
Martedì 21 settembre 2021 - 11:42

Lazio, Corte dei Conti: vaccini, attacco hacker è stato vile

Ma la campagna vaccinale è stata efficiente

Roma, 21 set. (askanews) – Un attacco hacker che la Regione Lazio ha subito nelle scorse settimane è stato “vile” ma non ha impedito alla Regione di raggiungere “nella campagna vaccinale notevoli livelli di efficienza ed efficacia divenendo modello operativo e garantendo un adeguato servizio”. Ma quanto accaduto al sistema informatico regionale è un’occasione per il procuratore della Corte dei Conti Lazio, Pio Silvestri, nel suo intervento nell’ambito del giudizio di parificazione del Rendiconto generale della Regione Lazio, esercizio 2020.


“Le analisi sin qui condotte – ha spiegato – hanno consentito di evidenziare un generalizzato difetto di coordinamento e propulsione del sistema da parte delle strutture amministrative regionali, unitamente a una sostanziale autarchia delle aziende sanitarie regionali nel ricorso alle forniture dei programmi informatici, all’assistenza e alla manutenzione. Lo stato di non completo governo e di limitato controllo unitario del settore (con conseguente anomala dipendenza dai fornitori di software e di assistenza) emerge dalla frequente sostituzione, da parte di alcune aziende, dei propri programmi e/o delle relative applicazioni”.



“Si sottolinea al riguardo – ha aggiunto il magistrato contabile – in attesa della realizzazione di una più pregnante presenza della Regione Lazio nella fase di coordinamento degli acquisti, la necessità di una attenta verifica di ogni scelta di approvvigionamento, auspicabilmente attraverso il proficuo confronto tra tutti gli enti. In ogni caso, appare necessaria un’azione da parte dell’Amministrazione regionale mirata a implementare e migliorare la fase attuativa della pur presente programmazione regionale in materia, con rafforzamento delle conseguenti fasi di coordinamento e controllo dell’intero settore, anche al fine di realizzare nei tempi previsti i progetti da diversi anni in cantiere quale il sistema contabile unitario, funzionale al percorso attuativo della certificabilità, già previsto con determinazione regionale G11587 del 16.08.2017, ma ancora oggi in fase di implementazione”.


Per Silvestri “tale auspicato scenario appare tanto più urgente laddove si consideri la necessità di utilizzare in modo efficiente gli ingenti fondi in arrivo dall’Europa per la digitalizzazione (fondi Fesr, Fse e Recovery Fund)”.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su