Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • ANAFE: “Ride 4 vape”, per dire “stop alla maxi tassa sulle e-cig”

colonna Sinistra
Mercoledì 15 settembre 2021 - 18:35

ANAFE: “Ride 4 vape”, per dire “stop alla maxi tassa sulle e-cig”

Una pedalata di oltre 700 km in 4 tappe per lanciare l'allarme su filiera italiana

ANAFE: “Ride 4 vape”, per dire “stop alla maxi tassa sulle e-cig”
Roma, 15 set. (askanews) – Dopo il successo dello scorso anno, il Presidente di ANAFE (Associazione Nazionale Produttori Fumo Elettronico aderente a Confindustria), Umberto Roccatti, torna in sella per la seconda edizione del bike tour “Ride4Vape”. L’iniziativa, nata per sensibilizzare – attraverso un viaggio simbolico – l’opinione pubblica sui danni della sigaretta tradizionale, per questo 2021 avrà come focus il tema fiscale e in particolare l’insostenibilità e l’irragionevolezza della maxi-tassa – si legge in una nota – prevista dall’ultima legge di bilancio per le e-cig. La nuova imposta è stata temporaneamente sospesa dal Governo Draghi dal 1° agosto fino al 31 dicembre 2021, ma i nuovi e ulteriori aumenti entreranno in vigore dal 1° gennaio 2022, se non si interverrà con una modifica normativa.


“L’aumento progressivo, ogni anno per tre anni, della tassazione per le sigarette elettroniche – spiega Roccatti – è un’assurdità che rischia di mettere in ginocchio un comparto già gravemente colpito dalla pandemia e che oggi conta circa 45 mila occupati tra diretti e indiretti. Sebbene il nuovo regime fiscale sia stato sospeso fino al 31 dicembre 2021, a partire dal prossimo anno entrerà in vigore il nuovo incremento. Si tratta di una norma folle che non solo peserà gravemente su una filiera composta da piccole e medie imprese che rappresentano nel mondo un’eccellenza del Made in Italy, ma incentiverà la proliferazione del mercato nero e il ritorno alle sigarette tradizionali – per le quali non è stato previsto l’aumento di neanche 1 solo centesimo nell’ultimo anno – con l’effetto che in alcuni casi queste risulterebbero addirittura meno costose rispetto alle e-cig”.



Con il supporto di LIAF (Lega Italiana Anti Fumo), IEVA (Independent European Vape Alliance), e Sigmagazine, la “Ride4Vape” partirà da Bolzano lunedì 20 settembre. Prima di approdare nella Capitale, Roccatti farà tappa ad Abano Terme (PD), Santarcangelo di Romagna (RN) e Sangemini (TR). Lungo il percorso, il Presidente di ANAFE, tramite un live Facebook, racconterà nel dettaglio gli effetti disastrosi della politica fiscale definita sulle e-cig e lancerà un appello alle Istituzioni per uno stop alla maxi-tassa.


“Quello che tutto il settore auspica è una revisione dell’attuale carico fiscale – conclude Roccatti – che risulta particolarmente eccessivo. Peraltro va evidenziato che il gettito, nei primi mesi in cui la tassa è entrata in vigore, prima che venisse sospesa dal nuovo Governo, non è stato quello atteso, tutt’altro. A conferma del fatto che aumentare le tasse, soprattutto nel pieno di una pandemia, non concorre positivamente alle entrate dello Stato. Chiediamo pertanto stabilità ed equilibrio fiscale per un settore che ha già subito negli ultimi 6 anni quattro aumenti di tassazione, avvenuti sempre in modo schizofrenico, dalla sera alla mattina, e senza alcuna programmazione”.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su