Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Roma, Fdi: monopattini elettrici creano degrado e barriere

colonna Sinistra
Sabato 11 settembre 2021 - 16:33

Roma, Fdi: monopattini elettrici creano degrado e barriere

Cola e Bianchi: "Gestione senza regole e troppi incidenti"

Milano, 11 set. (askanews) – “A Roma i monopattini elettrici creano non solo degrado, ma vere e proprie barriere architettoniche che limitano la libertà di circolazione dei cittadini e danneggiano i disabili. Non solo. La loro gestione senza regole e senza controlli determina una giungla che alimenta il degrado urbano, incrementando il numero di incidenti anche gravi”. La denuncia arriva oggi da Enrico Cola ed Elisabetta Bianchi, candidati alle prossime elezioni amministrative nella fila di Fratelli d’Italia al II Municipio di Roma, che parlano di vera e propria emergenza monopattini nella capitale.


“In centro come nelle periferie, i monopattini offerti dalle varie società di sharing sono abbandonati su marciapiedi, strade, strisce pedonali, parcheggi, spesso gettati a terra senza alcun rispetto, e il loro posizionamento selvaggio crea delle barriere architettoniche di nuova generazione che limitano la libertà di circolazione dei pedoni – spiegano Enrico Cola ed Elisabetta Bianchi (Fdi) – Una vera e propria odissea quotidiana soprattutto per non vedenti, diversamente abili e mamme col passeggino, che rischiano di subire incidenti anche gravi a causa della giungla di monopattini su strade e marciapiedi”.



“Una situazione di anarchia e degrado che dimostra il totale disinteresse dell’amministrazione capitolina – proseguono i due candidati di FdI – I controlli contro i proprietari di monopattini abbandonati in modo selvaggio, e le società di sharing che noleggiano i mezzi, sono praticamente inesistenti, così come le multe nei confronti dei trasgressori. Tutto ciò mentre si assiste a Roma ad una preoccupante escalation di incidenti che coinvolgono tale mezzo di locomozione: 176 negli ultimi 13 mesi, con una media di un incidente ogni due giorni e, purtroppo, già una prima vittima registrata a Corso Trieste solo pochi giorni fa”, concludono Enrico Cola ed Elisabetta Bianchi.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su