Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • In Lombardia lupi nell’alto Lario e nell’alta valle Camonica

colonna Sinistra
Martedì 7 settembre 2021 - 18:49

In Lombardia lupi nell’alto Lario e nell’alta valle Camonica

Branchi stanziali, poi presenze sporadiche in Valtellina e Oltrepò

In Lombardia lupi nell’alto Lario e nell’alta valle Camonica
Milano, 7 set. (askanews) – Il lupo è presente in Lombardia con due branchi stanziali nell’alto Lario e nell’alta valle Camonica, oltre che con presenze sporadiche in Valtellina e Oltrepò pavese. Una presenza aumentata negli ultimi anni senza che questo abbia portato a una situazione di criticità. Lo ha evidenziato l’assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, in occasione dell’approvazione all’unanimità in Consiglio Regionale della mozione, presentata dalla Lega, sugli “Interventi a tutela della zootecnia rurale lombarda e sulla coesistenza con il lupo”.


Il provvedimento si propone di individuare momenti di ascolto e di confronto coordinati dagli Assessorati regionali all’Ambiente e all’Agricoltura che coinvolgano stakeholder e rappresentanti del comparto agrozootecnico, con l’obiettivo di migliorare la conoscenza della situazione e della presenza del lupo sul territorio, e cercare conseguentemente di definire al meglio le relative criticità. Il documento sollecita inoltre l’approvazione di un piano nazionale per la conservazione del lupo, una migliore definizione delle procedure per la denuncia e l’indennizzo in caso di incursioni predatorie del lupo e il rifinanziamento di opere e investimenti per proteggere le produzioni agricole e zootecniche dai lupi e dagli orsi.



“Negli ultimi 10 anni – ha ricordato il titolare all’Ambiente – abbiamo registrato 44 casi di indennizzi da predazione di lupo, per poche decine di migliaia di euro. Eventi per i quali Regione Lombardia ha una sua polizza assicurativa, gestita dalla Presidenza, che garantisce risarcimenti ad agricoltori e allevatori danneggiati”. “Regione Lombardia partecipa – ha aggiunto l’assessore – al Piano d’azione nazionale per la conservazione del lupo, di cui condivide i contenuti ed auspica una rapida approvazione, benché non sia ancora stato possibile trovare un accordo nell’ambito della Conferenza Stato-Regioni”.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su