Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Porto Ancona, Adm e GdF contrastano movimenti non dichiarati valuta

colonna Sinistra
Venerdì 27 agosto 2021 - 09:41

Porto Ancona, Adm e GdF contrastano movimenti non dichiarati valuta

Trasporto al seguito passeggeri non deve superare i 10mila euro

Roma, 27 ago. (askanews) – ADM (Agenzia delle Dogane e dei Monopoli) e Guardia di Finanza proseguono unite nelle attività ispettive all’interno del porto di Ancona anche nel corso della stagione estiva, in cui si registra, come ogni anno, un forte incremento di transiti, soprattutto dei vacanzieri, all’interno dello scalo.


Uno dei settori costantemente sotto controllo – ricorda una nota – è il trasporto di valuta al seguito dei passeggeri, che come stabilito dalla legge non deve superare il limite dei 10mila euro; in caso contrario, il passeggero che entra o esce dal territorio nazionale con una somma di denaro superiore è tenuto a dichiararlo alla Dogana.



E proprio in tale settore i doganieri e i finanzieri hanno ottenuto eccellenti risultati dall’inizio dell’anno. Un bilancio del tutto significativo, se si considera che, in sette mesi, è stata intercettata valuta non dichiarata per circa un milione e 700mila euro; di questi, 285mila sono stati sottoposti a sequestro, non potendo i responsabili ricorrere all’istituto dell’oblazione mediante pagamento in misura ridotta. (Segue)




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su