Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Campidoglio, al via educazione stradale in scuole dell’infanzia

colonna Sinistra
Giovedì 5 agosto 2021 - 16:40

Campidoglio, al via educazione stradale in scuole dell’infanzia

"Protocollo tra Capitale e ministero delle Infrastrutture"

Roma, 5 ago. (askanews) – Firmato il protocollo di intesa tra Roma Capitale e ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili per la formazione di tutte le insegnanti delle scuole dell’infanzia capitoline sul tema dell’educazione stradale. L’obiettivo finale è realizzare progetti su questo tema per i piccoli alunni.


L’accordo triennale prevede la formazione sull’educazione stradale per tutte le insegnanti, che a loro volta svilupperanno per i bambini, nelle rispettive classi, il progetto “La Buona Strada della Sicurezza”, elaborato dal ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili per gli alunni dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia.



Il progetto nelle scuole dell’infanzia capitoline partirà già dall’anno scolastico 2021/2022 e prevederà per l’intera durata del protocollo una formazione estesa a tutto il personale insegnante delle scuole dell’infanzia capitoline nell’ambito della formazione obbligatoria. “Il lavoro con i piccoli è determinante per il loro futuro di adulti consapevoli e responsabili, educati al rispetto dell’altro e delle regole. Possiamo iniziare da subito ad insegnare loro le basi dell’educazione stradale, con il linguaggio e i metodi educativi più adatti”, afferma la sindaca Virginia Raggi.


“Come amministrazione, con la sottoscrizione di questo protocollo, assicuriamo il rispetto della normativa ma soprattutto promuoviamo con questo progetto azioni mirate a sviluppare nelle bambine e nei bambini conoscenze, valori e comportamenti per adottare e mantenere in futuro stili di vita sicuri, dove la sicurezza stradale viene intesa come il risultato di una maturazione etica, capace a lungo di sviluppare nei bambini e adolescenti la figura del cittadino adulto e autonomo, consapevole di avere un ruolo attivo nella collettività”, dichiara l’assessora agli Affari sociali.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su