Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Reddito di cittadinanza a condannati per mafia, indagine Gdf

colonna Sinistra
Lunedì 19 luglio 2021 - 09:39

Reddito di cittadinanza a condannati per mafia, indagine Gdf

Accertamenti anche su scommettitori on line

Roma, 19 lug. (askanews) – Reddito di cittadinanza dato a chi non ne ha diritto. Per oltre 250mila euro. Questo l’ambito d’inchiesta che ha portato la Guardia di finanza di Savona ad individuare 6 persone che avevano prospettato in modo fraudolento una situazione patrimoniale familiare di sostanziale indigenza, pur essendo in realtà titolari di conti gioco online, utilizzati assiduamente per giocare e scommettere.


I soggetti, che hanno percepito indebitamente un ammontare complessivo di quasi 80mila euro – si spiega in una nota – alimentavano i propri conti gioco mediante ricariche di denaro in contanti o bonifici-giroconti direttamente dai propri conti correnti personali o da carte di credito ricaricabili. Nel complesso, sarebbero arrivati a riscuotere circa 600mila euro di vincite, utilizzando fonti di reddito per il gioco evidentemente occultate al fisco.



Tali irregolarità sono state segnalate all’INPS, per la revoca del beneficio economico in questione. In altri casi, la stessa Compagnia di Savona, ha individuato un 65enne di Garessio (CN) e due 59enni, uno di origine siciliana e l’altro della provincia di Reggio Calabria, residenti a Savona, che percepivano il Reddito di Cittadinanza, pur essendo gravati da diversi precedenti penali e sottoposti a misure cautelari personali da meno di dieci anni rispetto alla data di presentazione della domanda del sussidio pubblico. (Segue)




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su