Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Milano, un nome per ogni quartiere: alla Bovisa il primo murales

colonna Sinistra
Venerdì 11 giugno 2021 - 14:08

Milano, un nome per ogni quartiere: alla Bovisa il primo murales

Seguiranno opere al Portello, Città Studi e Corvetto

Milano, un nome per ogni quartiere: alla Bovisa il primo murales
Milano, 11 giu. (askanews) – Un murales in ogni quartiere di Milano col nome stesso del quartiere. La prima opera muraria viene inaugurata oggi alla Bovisa, in via Cosenz, e rientra nell’iniziativa ‘Un nome in ogni quartiere’ della campagna Neighborhood by Neighborhood, ideata da Milano&Partners e rivolta a milanesi, city user e turisti che stanno tornando in città, per (ri)scoprire ricchezze e identità del territorio cittadino.


Il progetto è ideato e prodotto in sinergia con l’ufficio Arte negli Spazi Pubblici del Comune di Milano e realizzato grazie al contributo erogato da Fondazione di Comunità Milano con il bando 57 a cui ha partecipato Milano&Partners, e lascerà ai quartieri milanesi un dipinto murale che riporterà il nome stesso del quartiere, col fine di segnare, anche graficamente, l’identità propria delle tante anime della città.



“La Fondazione di Comunità Milano, forte del suo radicamento nel territorio – dichiara il presidente, Carlo Marchetti – sostiene il progetto ‘Un nome in ogni quartiere’ perché offre alla collettività la possibilità di fruire di opere d’arte nella quotidianità. In questo modo le persone possono ritrovare, nel nome e nell’immagine, i tratti distintivi del proprio quartiere e riconoscersi come parte di una comunità; un modo per ricreare appartenenza e rafforzare il legame tra gli spazi della città e gli abitanti che li attraversano e li vivono. L’intervento è ancora più significativo perché si colloca in un più ampio percorso di attivazione e partecipazione che coinvolge associazioni, gruppi informali e cittadini, per la cura e la promozione dei luoghi della città”.


Il murale di via Cosenz è stato realizzato all’interno della rassegna Poli Urban Colors, che per 10 giorni ha colorato il quartiere con attività di street art lungo il perimetro del Campus del Politecnico. “Bovisa”, curato da Luca Meyr nell’ambito della rassegna, è stato realizzato da Andrea Gasparro in arte Sorte, classe 1997, laureato in Design della Comunicazione al Politecnico di Milano. Appassionato di arti grafiche, nel 2015 si approccia al mondo della calligrafia.



Dopo Bovisa, nelle prossime settimane saranno svelate le opere d”rte murarie identificative dei quartieri Portello, opera che sarà realizzata dall’artista Rendo, Città Studi, da un’idea grafica della designer Serena Confalonieri e Corvetto che si colorerà grazie all’opera di Pablo Pinxit Compagnucci e Lillo Loris. Infine, la realizzazione dei primi otto murales nei quartieri della città verrà accompagnata da “Milan’s Murales”, un fotoreportage a cura della fotografa Daniela Cavallo che racconterà, attraverso i colori dei muri e i volti degli street artists, la creazione delle opere passo per passo e le impressioni di chi le guarda.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su