Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Eni, i pm De Pasquale e Spadaro indagati a Brescia per il caso Nigeria

colonna Sinistra
Giovedì 10 giugno 2021 - 16:33

Eni, i pm De Pasquale e Spadaro indagati a Brescia per il caso Nigeria

L'ipotesi di reato: rifiuto di atti d'ufficio

Eni, i pm De Pasquale e Spadaro indagati a Brescia per il caso Nigeria
Milano, 10 giu. (askanews) – Il procuratore aggiunto Fabio De Pasquale e il pm Sergio Spadaro sono indagati per “rifiuto di atti d’ufficio” a Brescia, procura titolare nelle indagini che coinvogono magistrati in servizio a Milano.


L’ipotesi di reato, secondo quanto apprende Askanews da qualificate fonti giudiziarie bresciane, riguarda nello specifico il processo di primo grado sulla presunta maxi tangente pagata da Eni e Shell in Nigeria che si è chiuso nel marzo scorso con l’assoluzione di tutti gli imputati. Nelle motivazioni della sentenza, depositate ieri, i giudici della settima sezione penale hanno tra l’altro parlato del caso del video con “straordinari elementi a favore degli imputati” che non sarebbe stato depositato agli atti del processo dai due rappresentanti della pubblica accusa.



La segnalazione dell’indagine a carico dei due magistrati milanesi è stata trasmessa dal procuratore di Brescia, Francesco Prete, al procuratore generale della Cassazione, Giovanni Salvi, al Consiglio Superiore della Magistratura e al Ministero della Giustizia.


fcz/Int2



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su