Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Bologna, dopo la Dad i ragazzi in estate studiano al parco

colonna Sinistra
Giovedì 10 giugno 2021 - 18:48

Bologna, dopo la Dad i ragazzi in estate studiano al parco

Grazie al progetto Cattedre aperte di Farm e L'Altro spazio

Bologna, 10 giu. (askanews) – Dopo mesi di reclusione a casa, ore e ore incollati al computer a seguire le lezioni dei professori, sta per iniziare a Bologna la “riscossa dei ragazzi” che per tutta l’estate potranno fare i compiti e studiare al parco, sotto la supervisione di volontari e insegnanti. Grazie al nuovo progetto ‘Cattedre aperte’ che, ogni lunedì dalle 16 alle 18 su prenotazione, offrirà ripetizioni gratuite ai bambini delle scuole primarie rimasti indietro con i programmi scolastici durante la didattica a distanza.


Il servizio fa parte di una serie di attività promosse dal 12 giugno al 29 luglio al Parco 11 Settembre, all’interno della rassegna culturale Cineporto BOff promossa da associazione Farm e L’Altro spazio.



“Abbiamo trasformato il parco in un vero e proprio giardino di comunità, che ha restituito ai cittadini un luogo di incontro sicuro, favorito le relazioni sociali, ampliato l’offerta culturale, ma ha anche creato lavoro – ha spiegato la presidente dell’associazione Farm, Nunzia Vannuccini -. Il tutto all’insegna dell’inclusione, a cominciare dalle persone con fragilità che, nei nostri progetti, sono sempre protagonisti attivi”. Al chiosco del parco gestito da L’Altro spazio, il primo locale d’Italia interamente privo di barriere, lavorano, infatti, anche alcuni ragazzi disabili. “Con chi vive e frequenta il parco – ha aggiunto – puntiamo ad instaurare un dialogo e cerchiamo di spiegare la nostra missione sociale e culturale di abbattimento delle barriere materiali e immateriali”. (segue)




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su