Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Abruzzo, nasce Bia, l’app delle biblioteche della Regione

colonna Sinistra
Giovedì 10 giugno 2021 - 19:48

Abruzzo, nasce Bia, l’app delle biblioteche della Regione

Per consultare gli oltre 800mila testi del Polo

L’Aquila, 10 giu. (askanews) – Sono più di 800mila i libri nelle 34 biblioteche del nuovo Polo Bibliotecario della Regione Abruzzo. Con la nuova app Bia sarà facile trovarli. Da oggi è scaricabile gratuitamente da App Store di Apple e da Google Play la nuova app del Polo Bibliotecario della Regione Abruzzo, sviluppata dalla società fiorentina Nexus IT. Le 34 biblioteche del Polo della Regione Abruzzo, con il patrimonio catalogato, “entrano” nello smartphone e in pochi secondi si può cercare un libro, leggerne la scheda, sapere in quali biblioteche è disponibile e, infine, prenotarlo. Pochi clic, senza cercare tra gli scaffali. E il ritiro, nelle strutture attualmente aperte, si fa direttamente presso la propria biblioteca. L’app è di facile fruizione: l’app Bia, e facendo il login con le credenziali ricevute dalla biblioteca, si riescono a sfruttare tutte le funzionalità dedicate (in alternativa si può comunque fare una semplice ricerca nei cataloghi delle biblioteche o consultare la mappa per sapere dove si trova il libro). Al centro della pagina due bottoni consentono di accedere alla ‘Ricerca avanzata’ oppure alla ‘Mappa delle biblioteche del Sistema’. La ricerca è molto semplice: basta immettere uno o più termini nella barra di ricerca Google-like oppure usare i campi Autore, Titolo, codice ISBN. Toccando ad esempio la copertina di un libro, appare la scheda completa con tutte le informazioni bibliografiche e un breve abstract. Dalla scheda, toccando il bottone “Lo trovi in” si visualizza l’elenco delle biblioteche che possiedono il volume desiderato, selezionandone una si accede alla pagina info con recapiti telefonici, geolocalizzazione, sito web e mail. E se il libro è presente nella biblioteca in cui si è iscritti si potrà anche richiedere il prestito. Se si è iscritti ad una delle biblioteche ma non si hanno le credenziali per l’app si può scrivere e richiederle oppure ritirarle direttamente in biblioteca.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su