Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Luana, l’operaia 22 enne stritolata da un macchinario in fabbrica

colonna Sinistra
Martedì 4 maggio 2021 - 15:28

Luana, l’operaia 22 enne stritolata da un macchinario in fabbrica

Polemiche per la morte sul lavoro della giovane, che lascia un figlio di 5 anni
Luana, l’operaia 22 enne stritolata da un macchinario in fabbrica

Roma, 4 mag. (askanews) – Tante polemiche per la morte sul lavoro, avvenuta ieri, della 22enne di Pistoia, Luana D’Orazio, deceduta a Montemurlo (Prato), perché risucchiata in un macchinario di una fabbrica tessile. Il caso della giovane, che lascia un figlio di 5 anni, ha scatenato indignazione e riacceso i riflettori sull’emergenza della sicurezza sul lavoro.

“Non è più accettabile che si continui a morire sul luogo di lavoro” ha affermato il segretario generale della Cgil Maurizio Landini, intervenendo oggi al webinar “Previdenza. Cambiare le pensioni adesso” organizzarto da Cgil, Cisl e Uil per il lancio della loro piattaforma unitaria sulla previdenza. “Si continua ogni giorno a morire sul luogo del lavoro. Questa è una cosa non è più accettabile”, ha detto Landini all’indomani dell’incidente in cui è morta la giovane lavoratrice Luana D’Orazio.

Riscrivere lo Statuto dei lavoratori, investire sulla sicurezza, valutare anche l’istituzione di una commissione d’inchiesta sul fenomeno. Queste, invece, sono le proposte dell’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte, dopo la morte della giovane operaia. Una “tragedia” occorsa “quando ancora risuonano gli echi della festa del Primo Maggio”. I morti sul lavoro sono una “grande emergenza nazionale, che va affrontata con il concorso di tutti” ha detto anche il segretario generale della Cisl Luigi Sbarr.

Int5

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su