Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Agricoltura Umbria, chiesti a ministro ristori per gelate aprile

colonna Sinistra
Giovedì 29 aprile 2021 - 13:54

Agricoltura Umbria, chiesti a ministro ristori per gelate aprile

Assessore Morroni scrive a Patuanelli
Agricoltura Umbria, chiesti a ministro ristori per gelate aprile

Roma, 29 apr. (askanews) – L’assessore regionale all’Agricoltura della Regione Umbria, Roberto Morroni, ha scritto ufficialmente al ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali, Stefano Patuanelli, per rappresentare le notevoli criticità subite dalla Regione Umbria a seguito delle recenti avversità climatiche manifestatesi con gelate tardive che hanno interessato produzioni già pesantemente colpite a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

“Si tratta di eventi che hanno inciso in maniera rilevante su alcuni settori, quali il vitivinicolo, già alle prese con i provvedimenti restrittivi che hanno influito sulle attività del sistema HO.RE.CA e sulle presenze turistiche”, ha affermato Morroni.

“La Regione Umbria si è prontamente attivata nel contesto delle previsioni di cui al D.Lgs 102/2004, al fine di rilevare le segnalazioni da parte delle aziende e di attivare le procedure in capo all’amministrazione regionale”, ha sottolineato.

Nel merito, Morroni ha evidenziato come “le numerosissime istanze pervenute agli uffici regionali testimoniano l’ampia diffusione territoriale e l’entità dei danni subiti, in modo particolare dai vigneti. Una situazione di acuta gravità denunciata in questi giorni anche dalle organizzazioni di rappresentanza del comparto”.

Per questi motivi, l’assessore Morroni ha chiesto ogni possibile attenzione al ministro Patuanelli e il riconoscimento, nell’ambito dell’attuale quadro normativo, del carattere di eccezionalità del fenomeno calamitoso. “Ciò allo scopo di consentire alle aziende colpite, con la massima urgenza, l’accesso al Fondo di Solidarietà Nazionale e ad altre misure straordinarie di sostegno, anche in deroga alle disposizioni vigenti che il Ministero potrà mettere in campo”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su