Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Roma, vicesindaco a Zingaretti: Regione commissariata su rifiuti

colonna Sinistra
Giovedì 8 aprile 2021 - 20:38

Roma, vicesindaco a Zingaretti: Regione commissariata su rifiuti

"Per la provincia di Latina, però minaccia Raggi"

Roma, 8 apr. (askanews) – “Vorrei ricordare che al momento l’unica ad essere stata commissariata è stata la Regione Lazio per la provincia di Latina. Nicola Zingaretti oggi parla di rifiuti e di commissariamento forse perché vuole distogliere l’attenzione sulle assunzioni del Pd e la Concorsopoli in Regione Lazio”. L’attacco frontale del Campidoglio alla Regione Lazio sul tema dei rifiuti è affidato a un lungo post Fb del vicesindaco e assessore alla Mobilità della Giunta Raggi Pietro Calabrese.

“A dicembre 2019 – ricorda l’assessore – Zingaretti emette una ordinanza in cui minaccia Virginia Raggi di commissariarla sul ciclo dei rifiuti qualora entro sette giorni non venga indicato un sito per la realizzazione di una discarica nel territorio di Roma Capitale. Sarebbe appena il caso di ricordare che da normativa vigente lo stesso Zingaretti aveva l’obbligo di aggiornare il Piano Rifiuti un minuto dopo la chiusura della discarica di Malagrotta avvenuta a ottobre 2013, quindi indicando anche i siti alternativi, che già al tempo erano stati individuati dalla Città Metropolitana. Ma non lo fece, e non lo ha fatto per i sette anni successivi, in cui la Capitale rimaneva ciclicamente in sofferenza perché, se non hai impianti in cui portarli, i rifiuti non si possono raccogliere”. Calabrese procede nella ricostruzione spiegando che, “per i romani la colpa è sempre e solo della Raggi”. Roma, secondo Calabrese “non aveva alternative sulle discariche non tanto per ideologia quanto perché nella Capitale non esistono siti idonei a soddisfarne il reale fabbisogno. Per Zingaretti evidentemente non era così, e nel dicembre successivo minacciò la Raggi di scegliere un sito, pena il commissariamento. Ma ora sappiamo che in quella storia c’era molto più torbido di quanto tutti i rifiuti romani potessero rappresentare”, continua il vicesindaco ricordando la recente incriminazione della dirigente regionale incaricata dei rifiuti. Zingaretti, spiega ancora Calabrese, “riattiva la minaccia di commissariamento, alla Raggi, se entro il primo maggio non risolve il ciclo dei rifiuti, indicando un nuovo sito per la discarica. E lo fa con la disinvoltura tipica del suo operato, facendo finta che c’è un’inchiesta della magistratura che ha travolto la Regione Lazio”, conclude.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su