Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Il kimchi, superfood coreano, punta alla cucina mediterranea

colonna Sinistra
Giovedì 8 aprile 2021 - 18:41

Il kimchi, superfood coreano, punta alla cucina mediterranea

Al via campagna sociale dell'Istituto Culturale Coreano
Il kimchi, superfood coreano, punta alla cucina mediterranea

Roma, 8 apr. (askanews) – Il Kimchi, il tradizionale super food coreano, punta a Occidente e alla dieta mediterranea e si propone “in salsa italiana” per essere preparato con ogni tipo di verdura, anche quelle più tipiche della nostra tradizione mediterranea come le cime di rapa, le melanzane e zucchine oppure in ricette fusion come arancini siciliani al kimchi oppure calamari ripieni, sempre di kimchi. A lanciare la campagna è l’Istituto Culturale Coreano che, a partire dal16 aprile dedicherà al simbolo identitario della Corea sei puntate sul proprio canale YouTube.

Buono, ma anche salutare, il Kimchi indicato dalla rivista americana Health tra i 5 cibi più salutari al mondo, è attualmente anche al centro di numerosi studi per le sue proprietà antivirali. Spiega il direttore dell’Istituto Culturale Coreano Choong Suk Oh: “il Kimchi non è solo il piatto più rappresentativo della Corea, ma rappresenta anche un forte momento di coesione sociale nella nostra cultura. Nel 2013 è stato proprio il Kimjang, il procedimento con cui il Kimchi è prodotto, a diventare Patrimonio Immateriale dell’Unesco. In Corea, tradizionalmente, ai primi freddi tutta la famiglia o la comunità nei piccoli villaggi si riunisce e ne prepara una grande quantità, un po’ come in Italia avviene per la preparazione della salsa di pomodoro in estate”.

Anche senza “Onggi” o il famoso frigorifero Kimchi ideato in Corea appositamente per sua conservazione, preparare il Kimchi non è difficile. “Ci vuole solo molta pazienza – commenta la chef Koo Sun Young che ha realizzato per conto dell’Istituto dei video tutorial – si usa principalmente il cavolo, ma anche melanzane, zucchine, cetriolo, ravanelli bianchi o foglie di tanti altri ortaggi”.

Il Kimchi è infatti un procedimento che ha avuto una codifica internazionale nel 2001, quando la Fao l’ha inserito nel Codex Alimentarius. È proprio il processo di fermentazione alla base delle numerose proprietà di questo alimento: basso contenuto di grassi e calorie, ricco di vitamina C, minerali e fibre, contiene probiotici, che possono aiutare a rafforzare il sistema immunitario.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su