Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Milano, accordo da 1,7 mln tra Università Statale e R.Lombardia

colonna Sinistra
Mercoledì 7 aprile 2021 - 13:39

Milano, accordo da 1,7 mln tra Università Statale e R.Lombardia

Per sostegno a agricoltura, zootecnia e piattaforme tech

Milano, 7 apr. (askanews) – L’Università degli Studi di Milano e la Regione Lombardia hanno sottoscritto un accordo di collaborazione dal valore di quasi 1,7 milioni di euro che punta al sostegno di agricoltura e zootecnia oltre all’aggiornamento delle proprre piattaforme tecnologiche. L’intesa vale un finanziamento pari al 50% del costo complessivo dei progetti, di 3 milioni 375.500 euro. Le due principali linee d’azione sono il rinnovamento delle aziende agricole legate all’ateneo, dove fare ricerca sperimentale e didattica, e l’aggiornamento con strumentazione di avanguardia delle proprie piattaforme tech, come fattori abilitanti dell’innovazione sul territorio in diversi ambiti.

L’intesa rientra nell’ambito degli ‘Accordi di collaborazione per la ricerca, l’innovazione e il trasferimento tecnologico’ con cui Regione Lombardia ha deciso di garantire un sostegno di 13,5 milioni di euro a otto università pubbliche lombarde, quali centri nevralgici di ricerca e sviluppo di innovazioni con ricadute di grande impatto sulla qualità della vita dei cittadini, nonché fondamentale volano per la ripresa del tessuto economico e produttivo lombardo post Covid. Le linee di azione per l’impiego dei fondi da parte dell’Università degli Studi di Milano sono state approvate dalla Giunta Regionale su proposta dell’assessore a Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione, Semplificazione Fabrizio Sala.

La Statale dispone di tre Cascine Agrarie, considerate un’importante risorsa didattica e per ricerche di base e applicate in campo agrario, veterinario, biologico e ambientale. Il progetto presentato prevede: una loro riqualificazione, con nuove strumentazioni e nuove funzioni specialistiche; di disporne come ‘aziende modello’ in cui sperimentare e mostrare a studenti, operatori e al grande pubblico tecnologie d’avanguardia e anche futuribili; la produzione di nuova conoscenza nel campo dell’agricoltura e della zootecnia sostenibile nelle sue varie declinazioni (es. conservativa, integrata, di precisione), anche attraverso messa a punto e dimostrazione di tecnologie e metodologie produttive sostenibili.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su