Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Scuola, Azzolina: allarma aumento dei Neet e analfabetismo

colonna Sinistra
Mercoledì 13 gennaio 2021 - 15:43

Scuola, Azzolina: allarma aumento dei Neet e analfabetismo

Per questo voglio rientro a scuola in presenza il prima possibile
Scuola, Azzolina: allarma aumento dei Neet e analfabetismo

Roma, 13 gen. (askanews) – “Già prima della pandemia destava preoccupazione il tasso di dispersione scolastica nel nostro Paese. Oggi aumentano i segnali di allarme sociale collegati alla crisi che stiamo vivendo, mi riferisco al fenomeno dei NEET e dell’analfabetismo funzionale. Anche per questo mi batto per il rientro a scuola in presenza il prima possibile: senza scuola non c’è crescita; si accentua sempre più l’abbandono scolastico; aumentano le forme di disuguaglianza e di divario che, invece, è nostro preciso dovere contrastare”. Lo ha detto al Question time alla Camera la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina. Per questo “abbiamo investito risorse per garantire il diritto all’istruzione delle nostre studentesse e dei nostri studenti, per il digitale e per la formazione degli insegnanti al fine di ridurre gap formativi e i disagi derivanti dall’emergenza epidemiologica. Abbiamo mobilitato, in un anno, oltre 7 miliardi per la scuola”.

“E’ mia intenzione – ha aggiunto Azzolina – potenziare i servizi professionali, già in atto, per il supporto e l’assistenza psicologica, da rivolgere in particolar modo a studentesse e studenti, oltre che al personale scolastico, in relazione alla prevenzione e al trattamento dei disagi e delle conseguenze derivanti dall’emergenza epidemiologica da COVID-19”. Il ministro Azzolina ha poi detto che “il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza vede l’istruzione tra le sue fondamentali missioni: il contrasto alla dispersione e all’abbandono scolastico rappresenta uno degli obiettivi principali contenuti nella missione 4 “Istruzione e ricerca”. Ammontano a oltre 16 miliardi di euro le risorse previste complessivamente dal “Next Generation EU” dedicate al potenziamento delle competenze e al diritto allo studio, che insieme ai Fondi SIE/PON e alla programmazione di bilancio 2021-2026 supereranno i 20 miliardi di euro”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su