Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Amaro Amara chiude 2020 con il segno positivo

colonna Sinistra
Giovedì 10 dicembre 2020 - 11:23

Amaro Amara chiude 2020 con il segno positivo

In 2021 nuovi investimenti in prodotti, hospitality e comunicazione

Roma, 10 dic. (askanews) – Rossa Sicily, l’azienda agricola che produce Amaro Amara, l’amaro artigianale di Arance Rosse di Sicilia IGP chiude un 2020 difficile, che non ha però compromesso il trend di crescita. E nel 2021 sono pronti ulteriori investimenti e il lancio sul mercato di nuovi prodotti.

Con una produzione di circa 80.000 bottiglie, il fatturato di quest’anno di Rossa Sicily sarà di poco superiore ad un milione di euro: a causa dell’emergenza sanitaria, le vendite dell’amaro si sono concentrate sul mercato interno, che ha avuto un incremento del 10% su base annua, mentre l’export ha registrato una flessione attestandosi al 20% sul totale della produzione. Nel complesso la crescita dell’ultimo triennio è del 30%. I paesi serviti sono saliti da 18 a 20: oltre all’Italia i principali mercati per Amaro Amara sono Stati Uniti, Giappone, Cina, Australia e Canada, mentre in Europa le vendite si concentrano in Germania, Svizzera, Belgio e Austria, tutti paesi molto recettivi verso le produzioni agroalimentari artigianali made in Italy di alta fascia. Le vendite nei mercati esteri sono rivolte esclusivamente al canale Ho.Re.Ca.

Nonostante il difficile scenario economico nazionale e internazionale del 2020 l’azienda ha scelto di non posticipare azioni e investimenti legati ad un’ottica di sviluppo e crescita della produzione. “Da una crisi nasce sempre un’opportunità: è questo il mantra che ci siamo ripetuti in questo difficile 2020 – spiega Edoardo Strano, founder e ideatore del marchio Rossa Sicily e Amaro Amara. Abbiamo sfruttato questi mesi di emergenza sanitaria per pianificare e costruire azioni che ci consentiranno di ripartire più forti di prima quando la crisi sarà passata”. Amara è l’unico amaro siciliano artigianale ottenuto da agrumi con tracciabilità di filiera e certificato dal Consorzio di Tutela Arancia Rossa di Sicilia IGP, un prodotto agricolo a tutti gli effetti.

“Nei prossimi anni ci impegneremo a raggiungere nuovi mercati e aumentare la reputazione globale del nostro brand – conclude il founder di Amara – raccontando la sua peculiarità di prodotto agricolo e legandolo indissolubilmente alla promozione del nostro territorio. Inoltre, sono già in progress progetti speciali che puntano ad aumentare la sostenibilità ambientale e la tutela del nostro paesaggio produttivo”. Nei prossimi mesi verranno impiantati nuovi ettari di agrumeti con le varietà Tarocco Gallo, Tarocco Nocellara e Meli, con l’obiettivo di accrescere la produzione di Amara.

Tra gli obiettivi a lungo termine per Rossa Sicily è previsto un investimento di diversificazione importante che aprirà l’azienda diretta da Edoardo Strano al settore dell’hospitality di lusso. Il progetto è quello di completare il restauro della grande masseria, magnifico esempio delle antiche case padronali etnee e destinarlo ad una dimora di charme con sette suite.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su