Header Top
Logo
Lunedì 20 Settembre 2021

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Bologna, sequestrato intero capitale sociale di Sei spa

colonna Sinistra
Giovedì 23 luglio 2020 - 09:51

Bologna, sequestrato intero capitale sociale di Sei spa

Amministratori accusati da Gip di bancarotta fraudolenta

Bologna, 23 lug. (askanews) – Gli amministratori e i soci di Sei spa, che fanno parte del consiglio di amministrazione di Seci spa – azienda del gruppo Maccaferri – per cui la procura di Bologna ha chiesto il fallimento lo scorso febbraio, sono accusati di bancarotta fraudolenta per operazioni di scissione di alcune proprietà immobiliari e partecipazioni avvenute nel 2017. Secondo il tribunale di Bologna gli indagati hanno distratto beni per oltre 57,6 milioni di euro dalla Seci alla neonata Sei di cui detengono l’intero capitale sociale, con l’obiettivo di diminuire il patrimonio di Seci, generando danni per i creditori. Per questo motivo il Gip, Alberto Ziroldi, ha disposto in mattinata il sequestro preventivo dell’intero captale sociale della Sei.

L’operazione di scissione dei beni di Seci, come sostiene il magistrato, ha prodotto il consapevole depauperamento dei diritti dei creditori, “risultando di natura oggettivamente e soggettivamente distrattiva e, quindi, penalmente inquadrabile nell’ipotesi della bancarotta fraudolenta patrimoniale, perseguibile anche nella fase di istruttoria prefallimentare”.

Il sequestro del capitale sociale di Sei e del relativo patrimonio aziendale è finalizzato quindi a impedire ulteriori pregiudizi in danno delle ragioni dei creditori Seci che potrebbero derivare da atti di disposizione su quei beni. L’attività, come ha spiegato la procura felsinea, è stata resa possibile dall’impegno della Guardia di Finanza di Bologna.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra