Header Top
Logo
Mercoledì 21 Ottobre 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Una startup giovane per il Gruppo Alpitour: il progetto Utravel

colonna Sinistra
Martedì 23 giugno 2020 - 14:25

Una startup giovane per il Gruppo Alpitour: il progetto Utravel

Community da 60mila utenti per il turismo under 30
Una startup giovane per il Gruppo Alpitour: il progetto Utravel

Milano, 23 giu. (askanews) – Una startup nata all’interno del Gruppo Alpitour per i viaggiatori under 30 che ha creato una community di oltre 60mila persone “che vogliono scoprire il mondo in libertà e sicurezza, a prezzi contenuti e senza venir meno al proprio stile”. Si tratta di Utravel, progetto nato dalla passione di un gruppo di neolaureati, che vuole provare a superare i concetti tradizionali di vacanza e punta a imprimere una nuova filosofia di viaggio: più della destinazione, conta il mood con cui si vuole esplorare il mondo. In un’epoca in cui i millennial e la generazione Z sono abituati a fruire contenuti personalizzati, on demand e affini alla propria identità, Utravel ha voluto trasferire lo stesso paradigma ai viaggi, classificati in base al ritmo, alle esperienze e allo stile che li innerva. Le collezioni proposte sono attualmente cinque, ognuna con una propria personalità: Blind, City, Explore, Adventure e Crew, ma ci sono già nuovi progetti in programmazione. Circa 6.000 Utraveler sono partiti verso nuove destinazioni, registrando una crescita del 127% negli ultimi sei mesi. Prima dell’arresto forzato dovuto all’emergenza, la start up ha, inoltre, segnato un incremento del 94% sugli ordini rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Un trend di sviluppo che si ritrova anche online, dove la comunità di utenti ha raggiunto i 60 mila iscritti sui principali social media.

La start up, con sede presso l’hub di innovazione e creatività delle OGR di Torino, non si è fermata nemmeno durante il lockdown: negli ultimi mesi, la squadra ha, infatti, rivisto la propria programmazione estiva arricchendola con proposte in Italia, ha partecipato a diverse challenge per innescare processi di sviluppo e contaminazione in una realtà post Covid, oltre ad avviare differenti progetti e co-branding con artisti.

“Abbiamo continuato a lavorare costantemente con il team – ha spiegato Gianluca Di Donato, Managing Director di Utravel – per trovare nuove strade, collaborazioni e spunti innovativi ed ecosostenibili, alla base del nostro DNA. Abbiamo stretto diverse partnership, come quelle con VGen e The Faculty App, mentre altre sono in dirittura di arrivo. Per l’estate abbiamo previsto un focus sull’Italia, con itinerari ad hoc, esperienze in barca a vela e trekking sulle Dolomiti. L’energia, la curiosità e l’intraprendenza fanno parte di noi e sono gli stessi valori che condividiamo con ogni singolo Utraveler”.

Durante il lockdown è stato, inoltre, lanciato il nuovo sito, per un’immersione nel mondo Utravel: più funzionalità, una grafica più suggestiva, estensioni e personalizzazioni utili a migliorare la customer experience. Al progetto hanno lavorato importanti partner tecnologici tra cui Stentle, società italiana specializzata nell’implementazione di soluzioni informatiche in ambito e-commerce e omnicanalità, parte del gruppo M-Cube, leader nella realizzazione di soluzioni di digital engagement per la comunicazione in-store.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su