Header Top
Logo
Giovedì 19 Settembre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Sanità, Policlinico Umberto I a Lombardi: no favori a Richetti

colonna Sinistra
Martedì 4 giugno 2019 - 18:12

Sanità, Policlinico Umberto I a Lombardi: no favori a Richetti

"Nessuna discriminazione"

Roma, 4 giu. (askanews) – “In riferimento alle dichiarazioni della consigliera regionale del Lazio, Roberta Lombardi si precisa che i fatti rappresentati si rivelano destituiti di ogni fondamento e volti a descrivere una ‘discriminazione’ nel trattamento del paziente ricoverato presso il Policlinico Umberto I che non si è mai verificata e che contrasta con i principi che quotidianamente ispirano la gestione del Policlinico”. A rispondere con una nota il Direttore Generale del Policlinico Umbero I, Vincenzo Panella, che spiega inoltre, sempre in riferimento alle dichiarazioni della Lombardi, con precisione come si sono svolti i fatti relativi all’episodio dalla stessa richiamato. “Nella mattina del 3 aprile  2019, il senatore Matteo Richetti è giunto in Pronto Soccorso in codice ROSSO con diagnosi di politrauma, accedendo direttamente in sala rossa – spiega Panella -. Dopo avere verificato lo stato clinico del paziente e avere eseguito gli esami diagnostici del caso che avevano evidenziato una patologia traumatica potenzialmente evolutiva, veniva disposto il trasferimento del paziente su un posto letto di terapia intensiva, previa valutazione del rianimatore. Si sottolinea che in quel momento non vi erano altri pazienti in attesa di posto letto in terapia intensiva, considerando che, grazie alla apertura di 6 posti letto di terapia intensiva nell’area DEA dai primi giorni di marzo, i tempi di attesa di posto letto per questo tipo di pazienti in pronto soccorso sono stati praticamente azzerati (lo stesso 3 aprile risultavano ricoverati 5 pazienti su 6 posti letto, con la disponibilità dunque di un ulteriore posto letto di Rianimazione). Riguardo alla donna che, secondo Roberta Lombardi, sarebbe stata discriminata, si trattava di una paziente entrata con codice giallo in data 31/03/2019 e ricoverata nella stessa data del 03/04/2019 in reparto di chirurgia generale”. “Leggendo i fatti – conclude Panella – si evince che non c’è stata alcuna discriminazione nei riguardi della paziente ricoverata e che non c’è stato neppure alcun trattamento di favore nei confronti del senatore Richetti. Informo, infine, la consigliera Lombardi che domani l’azienda ospedaliera presenterà una denuncia per diffamazione nei confronti del quotidiano che ha pubblicato le notizie relative a questa vicenda”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su