Header Top
Logo
Domenica 2 Ottobre 2022

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Rotelli: Milano può essere una delle capitali europee della sanità

colonna Sinistra
Lunedì 10 settembre 2018 - 14:53

Rotelli: Milano può essere una delle capitali europee della sanità

"Carta da giocare a livello internazionale sul turismo sanitario"
Rotelli: Milano può essere una delle capitali europee della sanità

Segrate (Mi), 10 set. (askanews) – “Vogliamo far capire che Milano potrebbe essere come Londra, una delle capitali europee della sanità soprattutto ora dopo la Brexit”. Lo ha detto Paolo Rotelli, presidente del gruppo ospedaliero San Donato, durante la posa della prima pietra del nuovo polo chirurgico e delle urgenze dell’ospedale San Raffaele. “Questo è il primo monumento al quale vorremmo aggiungere il nuovo Galeazzi e il San Raffaele 2 a Sesto San Giovanni” ha aggiunto.

“Con queste tre piattaforme vogliamo mostrare al mondo che qui in Lombardia e a Milano abbiamo un know how unico e da esportare. Oggi qui abbiamo ambasciatori e consoli di oltre venti Paesi del Mediterraneo e Medio Oriente, vogliamo far capire che Lombardia grazie alla volontà politica che c’è da più di venti anni si è creata una vera competizione dentro il sistema pubblico fra provider pubblici e privati e abbiamo i migliori ospedali di Italia” ha proseguito Rotelli.

Il gruppo prevede “al massimo tra un anno” di posare la prima pietra del nuovo Galeazzi, che costerà circa 200 milioni di euro, e fra due anni quella di Sesto-San Raffaele 2, i cui costi sono in corso di valutazione ma saranno fra i 100 e 150 milioni di euro. Il nuovo polo delle urgenze, soprannominato l’Icebeg, in particolare, per Rotelli “è rivolto non solo ai pazienti italiani ma guarda anche all’estero. È un monumento ai pazienti ma soprattutto alla sanità italiana per mostrare che ha la sua carta da giocare a livello internazionale sul turismo sanitario”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra