Header Top
Logo
Domenica 29 Maggio 2022

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Ruby ter, Giovanna Rigato punta a processo con rito abbreviato

colonna Sinistra
Mercoledì 10 gennaio 2018 - 19:09

Ruby ter, Giovanna Rigato punta a processo con rito abbreviato

La ragazza indagata anche per tentata estorsione a Berlusconi

Milano, 10 gen. (askanews) – Giovanna Rigato, una delle 4 delle cosiddette “olgettine” imputate a Milano insieme a Silvio Berlusconi nell’ultima tranche del procedimento “Ruby ter”, punta al giudizio abbreviato. Secondo il suo legale, l’avvocato Corrado Viazzo, c’è la “possibilità concreta” che la show girl, una delle ospiti fisse delle serate del bunga bunga di Arcore, imbocchi la strada processuale che, in caso di condanna, le permetterebbe di beneficare dello sconto di un terzo della pena.

Secondo l’accusa ipotizzata dai pm di Milano Tianaza Siciliano e Luca gaglio, la ragazza farebbe parte del gruppo ristretto di “olgettine” che Berlusconi avrebbe corrotto con circa 400 mila euro complessivi fino al novembre 2016 per rendere testimonianze reticenti o “aggiustate” nel processo “Ruby” che si concluse con l’assoluzione definitiva dell’ex premier dalle accuse di concussione e prostituzione minorile. Il procedimento che la vede imputata per corruzione in atti giudiziari a falsa testimonianza insieme a Miriam Loddo, Elisa Toti, Aris Espinoza, oltre che lo stesso Berlusconi (che risponde soltanto di corruzione in atti giudiziari), è attualmente in fase di udienza preliminare e riprenderà il prossimo 12 febbraio davanti al gup Maria Vicidomini. Già in quell’occasione potrebbe essere presentata l’eventuale richiesta di abbreviato. Il filone principale del caso “Ruby ter” a carico di Berlusconi e di altre 23 persone (anche in questo caso numerose “olgettine”) è invece già approdato a dibattimento davanti ai giudici della Decima Sezione Penale.

Giovanna Rigato è anche indagata per una presunta tentata estorsione ai danni di Berlusconi. Stando alla denuncia presentata in Procura dallo stesso leader di Forza Italia, la ragazza avrebbe preteso da lui un milione di euro minacciandolo, in caso contrario, di diffondere alla stampa informazioni potenzialmente in grado di danneggiarlo.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra