Header Top
Logo
Lunedì 3 Ottobre 2022

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Aduc, bene polizze per amici a 4 zampe ma attenzione alle clausole

colonna Sinistra
Venerdì 10 febbraio 2017 - 14:08

Aduc, bene polizze per amici a 4 zampe ma attenzione alle clausole

E' bene verificare esclusioni, franchigia e rimborso massimo
20170210_140805_886C7C02

Roma, 10 feb. (askanews) – Ben vengano le polizze assicurative per cani e gatti, che siano sanitarie o per la responsabilità civile, ma – avverte l’Associazione Diritti Utenti e Consumatori – prima di stipularle è bene leggere con attenzione le clausole.

Il business delle assicurazioni per cani e gatti è stato stimato da facile.it in oltre 500 milioni per le sole coperture di responsabilità civile per danni a terzi, cifra che sale se si allarga alle polizze sanitarie. L’assicurazione – ricorda l’Aduc – non è un obbligo di legge, ma senza dubbio può essere una tutela in caso il cane morda un altro cane, o faccia un danno a cose o persone. Ora il mercato si sta aprendo sempre di più per cercare di coprire le spese veterinarie straordinarie. Non esistono mutue per cani, nel senso che l’italiano medio dà a questa parola. Esistono polizze che coprono alcune spese sanitarie, ed esistono molte offerte sul mercato da anni.

Alcune compagnie fanno sconti il primo anno, altre solo a chi è esente da ticket, ma sono comunque proposte commerciali che, in alcuni casi, derivano da collaborazioni con associazioni zoofile e/o creano circuiti di veterinari convenzionati. L’ultima – prosegue l’Aduc – è stata presentata alla Camera de Deputati, e forse è quella che cerca di spaziare su tutto pensando anche alla cremazione del cane o alla possibile adozione in caso di decesso del proprietario.

Nel caso delle polizze sanitarie, è bene sapere che non tutti gli interventi chirurgici vengono rimborsati. Sono sempre esclusi ad esempio quelli di sterilizzazione/castrazione, quelli dovuti a malattie genetiche o tipiche della razza, leishmania o filaria, operazioni ai denti, rottura del legamento crociato, interventi al gomito, in alcuni casi alla spalla; per alcune razze escluse anche le spese per i parti cesarei. Inoltre c’è sempre una franchigia e un massimo di rimborso. Raramente comunque le assicurazioni sanitarie coprono cani con più di 10 anni di età, alcune solo se il cane ha fatto e rinnovato la polizza nel corso degli anni precedenti. Insomma, le differenze sono tante.

I numeri riportati dallo studio di facile.it – prosegue l’Aduc – ci parlano di come in media assicurare per la responsabilità civile un gatto o un cane fino a 6 mesi, costa 40 euro per il primo anno e 79 dal secondo, mentre se ha un’età compresa fra 6 mesi e 10 anni la tariffa sale a 101 euro per il primo anno e 198 dal secondo. Se è una razza a rischio, i valori passano rispettivamente a 63 euro e 126.

Attenzione, però, – conclude l’Associazione – fare solo l’assicurazione al cane non conviene molto se si pensa che l’assicurazione Capofamiglia o più correttamente RC Capofamiglia è una garanzia della polizza della casa che tutela il patrimonio della famiglia da tutte quelle richieste di risarcimento avanzate da terzi verso tutti i componenti della famiglia. Molte includono anche l’animale domestico e così, con la stessa cifra, si può avere una copertura maggiore senza fare una polizza ad hoc per il cane. I costi vanno dai 70- 90 euro l’anno.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra