Header Top
Logo
Lunedì 2 Agosto 2021

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Maxi-tangente Eni in Nigeria, pm: Descalzi e Scaroni a processo

colonna Sinistra
Mercoledì 8 febbraio 2017 - 12:55

Maxi-tangente Eni in Nigeria, pm: Descalzi e Scaroni a processo

Undici persone e due società indagate a Milano per corruzione
20170208_125543_35BD21F8

Milano, 8 feb. (askanews) – L’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, e il suo predecessore, Paolo Scaroni, rischiano di finire sotto processo per la presunta maxi corruzione internazionale del gruppo in Nigeria. I pm di Milano, Fabio De Pasquale e Sergio Spadaro, hanno chiesto il rinvio a giudizio per i due manager e per altre 9 persone. Sotto inchiesta ci sono anche due gruppi petroliferi, la stessa Eni e l’olandese Shell, indagate ai sensi della legge 231 sulla responsabilità amministrativa di società per reati commessi da propri dipendenti.

Nel mirino dei magistrati milanesi è finita l’operazione che, nel 2011, portò il gruppo del “cane a 6 zampe” a sborsare 1 miliardo e 92 milioni di dollari per ottenere dal governo nigeriano la concessione Opl-245 per l’esplorazione petrolifera di un tratto di mare al largo delle coste del paese africano. Per i pm, il prezzo della presunta maxi-corruzione equivarebbe all’intero valore della commessa.

(segue)

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra