Header Top
Logo
Martedì 25 Gennaio 2022

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Palmira, Ong rivela: messinscena Isis, statue distrutte erano copie

colonna Sinistra
Sabato 4 luglio 2015 - 14:58

Palmira, Ong rivela: messinscena Isis, statue distrutte erano copie

I jihadisti avrebbero trasferito gli originali ad Aleppo per venderli
20150704_145820_B1C93FD8

Roma, 4 lug. (askanews) – Statue distrutte a Palmira? Secondo le Ong è stata una messinscena dell’Isis: erano soltanto delle copie i reperti dei quali è stato mostrato, su internet, lo scempio da parte dei miliziani dello Stato islamico.
Gli originali, invece, sono già stati trasferiti dagli stessi jihadisti nella provincia di Aleppo per poterli vendere nei Paesi vicini o addirittura in Europa. Lo ha riferito l’Osservatorio siriano per i diritti umani, citando fonti attendibili.
Due giorni fa l’Isis aveva postato alcune foto, dalla dubbia attendibilità, sul web, nelle quali si vedevano alcuni jihadisti mentre distruggevano a colpi di mazza quelle che sembravano statue antiche. Gli stessi autori del messaggio affermavano di averle sottratte a un contrabbandiere (poi punito con frustate), il quale a sua volta le avrebbe rubate appunto dall’antico sito siriano, patrimonio Unesco.
Mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su