Header Top
Logo
Lunedì 24 Settembre 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • welfare 4.0
  • Il Gruppo Mastrotto trasforma il welfare in un asset aziendale

colonna Sinistra
Lunedì 16 aprile 2018 - 16:35

Il Gruppo Mastrotto trasforma il welfare in un asset aziendale

Mille euro l’anno per benefit e fino a 500 per premio di risultato

Si parla molto oggi di Welfare aziendale, ovvero di quell’insieme di benefit e prestazioni finalizzato a superare la componente meramente monetaria della retribuzione, al fine di sostenere il reddito dei dipendenti e migliorarne la vita privata e lavorativa. Al tempo stesso, nel nostro Paese, sono sempre di più le imprese che decidono di investire attivamente e continuativamente in questo ambito, in grado di generare – al netto dei risvolti eticamente apprezzabili e condivisibili – ricadute positive sull’azienda.

I benefici di un piano aziendale di Welfare sono molteplici: oltre ad un miglioramento del clima aziendale e del benessere del lavoratore e della sua famiglia si accompagnano, infatti, un aumento del suo potere d’acquisto attraverso l’accesso a beni e servizi utili ad aumentarne la qualità della vita, una migliore conciliazione tra vita professionale e privata e, come conseguente ricaduta, una maggior produttività ed efficienza che, unite all’ottimizzazione dei vantaggi fiscali previsti dalla legge, permettono all’azienda di essere più competitiva sul mercato.

Non è dunque un caso che sia stato sottoscritto un nuovo contratto provinciale, nell’ambito del quale sia stato dato alle aziende la facoltà di concludere accordi per rafforzare il welfare aziendale.

Gruppo Mastrotto, oggi il primo Gruppo conciario in Europa, ha introdotto un Piano di Welfare a decorrere da marzo 2018, in accordo con Femca – CISL, Filctem – CGIL, Uiltec – UIL, con l’obiettivo di mettere ulteriormente al centro il proprio capitale umano, accrescendo il benessere individuale dei lavoratori, incrementando il loro coinvolgimento ed il senso di appartenenza all’azienda.

«Questa decisione, in realtà – commenta Chiara Mastrotto, Presidente del Grupponon fa che mettere a sistema, potenziandole e diversificandole ulteriormente, una serie di iniziative dedicate ai nostri dipendenti che abbiamo messo in atto già da diversi anni sotto il claim “Gruppo Mastrotto Ti dà Valore”, quali borse di studio per i figli, mensa aziendale, buoni spesa, fondo pensione integrativo, convenzioni con centri medici e teatri, a testimonianza di una visione anticipatrice che come azienda avevamo maturato già da tempo e che oggi si consolida in un vero e proprio Piano con l’obiettivo di strutturarlo in modo organico nel tempo».

Con il Piano di Welfare aziendale i lavoratori avranno la possibilità di spendere l’importo di 1.000 euro annui a loro disposizione scegliendo tra servizi quali buoni spesa o carburante, spese per l’istruzione (es: mensa scolastica, testi scolastici, centri estivi), assistenza a bambini, anziani e non autosufficienti (es: baby sitter, badanti, case di cura, centri diurni), cultura, benessere, intrattenimento (es: abbonamenti palestra, viaggi, corsi di formazione), salute (cassa sanitaria) e previdenziali.

Ulteriore elemento di novità, anche a livello di settore, sarà l’introduzione di un Premio di Risultato, legato al raggiungimento di obiettivi aziendali quali redditività, produttività e presenza. Il valore del premio salirà progressivamente nel triennio da 400 euro a 500 euro lordi annui. I lavoratori avranno, inoltre, la possibilità di scegliere, in totale autonomia, se ricevere il premio di risultato aziendale in denaro o convertirlo in beni e servizi di Welfare.

Con il nuovo accordo aziendale, Gruppo Mastrotto auspica di ottenere una sempre maggiore partecipazione dei lavoratori alla realizzazione degli obiettivi aziendali, ridistribuendo agli stessi quota parte dei benefici che ne potranno derivare dal loro raggiungimento. Inoltre il Piano di Welfare favorirà la crescita professionale dei dipendenti, fidelizzerà i talenti riducendo il turnover fisiologico a cui ogni azienda è sottoposta, con ricadute evidenti sulla qualità generale del lavoro espresso e quindi, in ultima analisi, con una soddisfazione ancora maggiore dei clienti.

Un vero e proprio programma, dunque, pensato e strutturato in maniera strategica, per trasformare il Welfare in un asset dell’azienda, capace di creare valore e di contribuire attivamente alla crescita del Gruppo.

Gruppo Mastrotto con sede nel distretto conciario di Arzignano, a pochi chilometri da Vicenza, conta oggi oltre 455 milioni di euro di fatturato consolidato e più di 2.300 dipendenti in tutto il mondo. Dispone di ben 20 stabilimenti tra produzione e logistica in Italia e all’estero (Brasile, Indonesia, Tunisia e Messico), e vende i propri prodotti in più di 110 Paesi del mondo, producendo per tutti i settori di applicazione della pelle bovina: pelletteria, calzatura, automotive, arredamento, abbigliamento, nautica e aviazione.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su