Header Top
Logo
Mercoledì 25 Aprile 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • welfare 4.0
  • Dall’INAIL interventi per favorire il reinserimento delle persone con disabilità da lavoro

colonna Sinistra
Lunedì 16 aprile 2018 - 16:24

Dall’INAIL interventi per favorire il reinserimento delle persone con disabilità da lavoro

Per continuare a promuovere il reinserimento lavorativo delle persone con disabilità da lavoro, l’Inail ha esteso gli interventi già in atto anche al caso di nuova assunzione, se c’è incontro tra domanda e offerta di lavoro. Le persone con disabilità da lavoro causata da un evento infortunistico o tecnopatico tutelato dall’Inail assunte con contratti di lavoro subordinati, anche a tempo determinato o flessibili, sono i destinatari dei nuovi interventi previsti. Sono invece esclusi i lavoratori autonomi.

L’iniziativa dell’Inail, definita con la circolare 30/2017 e diffusa sui media con una campagna di comunicazione, è in linea con il “Regolamento per il reinserimento e l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità da lavoro” che attua l’articolo 1 comma 166 della legge di stabilità 2015.

La circolare 51/2016 aveva disciplinato in prima fase gli interventi strutturali, ambientali, formativi ed economici mirati alla conservazione del posto di lavoro e necessari per la continuità lavorativa degli infortunati o affetti da malattia professionale con disabilità. La realizzazione degli interventi era finalizzata a reintegrare la persona con disabilità da lavoro, in via prioritaria, nello svolgimento della stessa mansione, oppure in una mansione diversa se le condizioni psicofisiche, conseguenti all’evento lesivo, non consentivano di proseguire l’attività lavorativa svolta precedentemente.

Per il 2018 i finanziamenti previsti a favore del datore di lavoro, pubblico o privato, sono pari a 95mila euro per interventi relativi al superamento e all’abbattimento delle barriere architettoniche nei luoghi di lavoro (per ciascun intervento); 40mila euro per interventi relativi all’adeguamento e all’adattamento delle postazioni di lavoro e 15mila euro per interventi di formazione. I progetti sono rimborsabili fino a un massimo di 150 mila euro ed è possibile richiedere un’anticipazione fino al 75%.

Tutti gli interventi sono individuati nell’ambito di un Progetto di reinserimento lavorativo personalizzato (Prlp) elaborato dall’équipe multidisciplinare di primo livello della sede locale Inail competente per domicilio del lavoratore, con l’apporto delle Consulenze tecniche territoriali dell’Inail e con il coinvolgimento del lavoratore e del datore di lavoro (per ogni informazione è possibile telefonare al Contact center, 06-6001 o riferirsi a quanto pubblicato sul portale istituzionale, www.inail.it).

A sostegno dell’iniziativa è in corso una campagna di comunicazione con slogan “Un nuovo obiettivo è sempre possibile. Anche nel mondo del lavoro”: un messaggio di rinascita e coinvolgimento positivo per una disabilità vissuta senza barriere.

La campagna ha lo scopo di informare le persone con disabilità da lavoro tutelate dall’Inail in cerca di una nuova occupazione, i datori di lavoro, pubblici e privati, destinatari dei finanziamenti, i consulenti del lavoro e il mondo che si occupa di disabilità.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su