Header Top
Logo
Sabato 22 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • welfare 4.0
  • Boeri: servono più informazioni e trasparenza su contrattazione collettiva

colonna Sinistra
Lunedì 17 luglio 2017 - 13:13

Boeri: servono più informazioni e trasparenza su contrattazione collettiva

boeri

“Dobbiamo sapere chi può accedere al welfare aziendale e chi no”

Il presidente dell’Inps, Tito Boeri, non ha risparmiato critiche e politici e sindacati nella sua ultime relazione annuale, dal tema immigrati al salario minimo. Tra i rilievi anche la questione della contrattazione collettiva legata al welfare aziendale. Partendo dal salario minimo che dovrebbe coprire quel crescente numero di lavoratori che oggi sfugge alle maglie della contrattazione collettiva. “Quanti sono?” si è domandato Boeri. “Purtroppo non lo sappiamo”. Quindi l’affondo. “In Italia c’è un pesante deficit di informazione sulla copertura effettiva della contrattazione collettiva”.

Boeri lamenta che mentre per tutti i paesi Ocse c’è una serie storica sulla percentuale dei lavoratori coperti dalla contrattazione, per l’Italia c’è solo un dato tratto, tra l’altro, da una stima di esperti ormai datata. “Dal momento che il governo, in accordo con i sindacati, ha deciso – ha rilevato il presidente Inps – di investire più risorse nel cosiddetto welfare aziendale soggetto alla contrattazione collettiva aziendale, è fondamentale avere oggi più trasparenza, più informazioni, sulle rappresentatività dei sindacati e delle associazioni di categoria e sui luoghi della contrattazione aziendale. E’ una questione di democrazia, dobbiamo sapere chi può accedere al welfare aziendale e chi no”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su