Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
colonna Sinistra
Lunedì 20 marzo 2017 - 12:11

UniSalute lancia la sfida

Anche sui flexible benefit

Il colosso Unipol si rivolge anche al mercato dei flexible benefit. Con la controllata Unisalute. “UniSalute, prima assicurazione in Italia per numero di clienti gestiti, ha sempre avuto un ruolo di primo piano nell’area della sanità integrativa per le aziende. Sono ormai più di 20 anni che ci occupiamo di polizze sanitarie integrative stipulate all’interno di contratti collettivi del lavoro” – afferma Fiammetta Fabris, Direttore Generale di UniSalute. La società del Gruppo UnipolSai nel 2016 vanta una raccolta di 370 milioni di euro, intercettando sei milioni di clienti. A differenza di altre compagnie assicurative generaliste, che hanno sempre considerato la sanità come elemento di perdita, UniSalute ha dimostrato fin da subito di credere che questo settore potesse rappresentare un elemento di crescita.

La nuova normativa rappresenta un passo importante per favorire la costruzione di un sistema di servizi più efficiente, di qualità e con costi sostenibili in grado di facilitare la conciliazione vita-lavoro e contribuire ad un sistema di welfare sempre più aderente ai bisogni dei cittadini. Proprio per intercettare i nuovi bisogni emergenti e completare la propria offerta, UniSalute ha creato all’inizio del 2017 una nuova società, UniSalute Servizi – divisione SiSalute, che gestisce e commercializza nuovi servizi sanitari non assicurativi.

“Dopo vent’anni di attività sul segmento delle polizze di sanità integrativa, abbiamo colto le nuove opportunità derivanti dalle ultime due leggi di bilancio, 2016 e 2017, che hanno segnato lo sviluppo del mercato dei flexible benefit” conclude Fabris. Infatti SiSalute offre alle aziende pacchetti di flexible benefit in ambito sanitario che prevedono il pagamento di quanto non rimborsato dalle polizze sanitarie (franchigie, superamento limiti, prestazioni non previste per chi ha una copertura sanitaria) e la possibilità di effettuare prestazioni presso le strutture sanitarie convenzionate con SiSalute, anche per familiari. Inoltre SiSalute mette a disposizione delle aziende un portale dedicato per l’utilizzo dei flexible benefit, in grado di riconoscere i dipendenti già assicurati con UniSalute: un unico ambiente di riferimento e maggiore semplicità ed efficacia del processo.

A questi si aggiungono servizi in outsourcing messi a disposizione di Fondi, Banche, Casse, Mutue quali il call center telefonico, la rete di strutture sanitarie convenzionate SiSalute, la gestione dei rimborsi, altri servizi e campagne di prevenzione.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su