Header Top
Logo
Giovedì 1 Ottobre 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Spettacolo
  • “I due Papi”, Jonathan Pryce: Bergoglio per me un grande politico

VIDEO
colonna Sinistra

“I due Papi”, Jonathan Pryce: Bergoglio per me un grande politico

Dal 20 dicembre su Netflix il film diretto da Fernando Meirelles

Roma, 11 dic. (askanews) – Solo due straordinari attori come Jonathan Pryce e Anthony Hopkins potevano interpretare due grandi figure contemporanee come Papa Francesco e Benedetto XVI. Nel film “I due Papi”, dal 20 dicembre su Netflix, Fernando Meirelles racconta uno dei passaggi di potere più drammatici della storia, quello fra Ratzinger e Bergoglio, portando alla luce le due personalità, le loro fragilità, le loro divergenze, il loro punto di incontro e i loro rimorsi: Ratzinger per non aver fatto abbastanza contro i responsablli di pedofilia all’interno della Chiesa, Bergoglio per la posizione che prese da Padre superiore dei gesuiti argentini durante la dittatura di Videla.

Il regista brasiliano a Roma ha spiegato: “Questo per me non è un film sulla Chiesa, ma un film su due Papi, sul perdono, la tolleranza”.

Meirelles era molto interessato alla figura di Papa Francesco: “Mi è piaciuto dal primo momento, l’ho visto come una popstar in Vaticano, una figura molto fresca. Ma quando ha pubblicato l’Enciclica Laudato si’ sul clima sono diventato un suo fan e mi interessava esplorare il personaggio”.

Pryce, che ha appena avuto una candidatura ai Golden Globe per il ruolo di Bergoglio, ha detto:

“Io sono cresciuto come cristiano, ma protestante, e ho visto Papa Francesco non tanto come un leader religioso ma come un leader politico. Le cose che ha detto sulla nostra società, sulla necessità di cambiarla, sul clima, l’economia, la crisi dei rifugiati, le condivido tutte”.

Ispirandosi a fatti reali lo sceneggiatore Anthony McCarten ha fatto emergere come nel loro primo incontro privato il cardinale argentino fosse deciso a rassegnare le proprie dimissioni, perché sentiva ormai distante la Chiesa come istituzione. Quell’incontro, fra un conservatore e un riformatore, finì diversamente. Pryce ha rivelato che all’inizio anche tra lui e Hopkins c’è stata un po’ di diffidenza, seguita poi da un grande affiatamento. Lui, comunque, era predestinato a interpretare Bergoglio, per l’incredibile somiglianza con il Pontefice.

“Il giorno in cui fu eletto Papa Internet fu invasa di immagini di Papa Francesco e me, o Papa Francesco e High Sparrow di Games of Thrones. Tanto che uno dei miei figli mi chiamò e mi disse: papà, tu sei Papa? E ora tengo la barba perché altrimenti le persone continuano a chiedermi di benedirle”.

CONDIVIDI SU:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su