Header Top
Logo
Martedì 28 Gennaio 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Lottomatica e L’Aquila fanno squadra per la ricerca sul 5G

VIDEO
colonna Sinistra

Lottomatica e L’Aquila fanno squadra per la ricerca sul 5G

E' uno dei cinque comuni con la sperimentazione 5G

Roma, 6 dic. (askanews) – Un accordo con l’Università degli studi dell’Aquila per lo sviluppo di nuove tecnologie 5G grazie alla ricerca di eccellenza. Lo ha definito Lottomatica insieme al capoluogo d’Abruzzo, che ritrova così la sua centralità nella ricerca e innovazione e si conferma operativamente uno dei cinque in Italia in cui è in corso la sperimentazione del 5G.

L’accordo, che coinvolge anche circa 400 tabaccai del territorio, è stato sottoscritto per il dipartimento di Ingegneria e Scienze dell’Informazione e Matematica dal rettore dell’Università degli Studi dell’Aquila, professor Edoardo Alesse e dal responsabile delle Tecnologie e dell’Innovazione di Lottomatica Roberto Saracino alla presenza del sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, dell’amministratore delegato di Lis (Lottomatica Italia Servizi) Francesco Marrara e del presidente della Fit (Federazione Italiana Tabaccai) Giovanni Risso. Le nuove tecnologie, che si avvarranno del 5G, delle competenze dell’Università e del know how di Lottomatica, avranno diverse tipologie di utilizzo.

Lottomatica, attraverso la collaborazione con Wind Tre e Zte, permetterà un concreto miglioramento dei servizi al cittadino, sia online che attraverso le reti dei tabaccai.

Roberto Saracino, Responsabile delle Tecnologie e dell Innovazione di Lottomatica: “Questo progetto consiste innanzitutto nell’integrazione di un’azienda che vuole trasformarsi e sfruttare quello che l’innovazione tecnologica può dare con un ambiente e un contesto di ricerca come quello dell’università. Io penso che soltanto il mix di queste due realtà, fra chi deve realizzare per sviluppare un business e altro, molto concreto, ricerca applicata e chi invece studia l’innovazione, questo mix e questa integrazione possa portare valore, in maniera diretta all’azienda, diretta anche all’università perché significa poi forgiare nuovi studenti, nuovi laureati che non solo hanno una competenza tecnologica, ma ne capiscono anche l’applicabilità nel contesto reale della tecnologia. E poi le istituzioni, perché realizzare tutto questo poi significa realizzare una piattaforma che è disponibile per la trasformazione del sistema-Paese, per fare questo è ovvio che tecnologie come 5G sono fondamentali. 5G è alla base sia di sviluppo diretto di opportunità, ma anche alla base di sviluppo e di utilizzo di tecnologie innovative che hanno necessità del 5G, basta ricordare la realtà virtuale presso i tabaccai: lo possono fare nella misura in cui abbiamo della banda disponibile garantita che è in grado di poterci fare erogare queste nuove soluzioni”.

Contestualmente è stato sottoscritto un Memorandum con il Comune dell’Aquila per facilitare l’accesso ai servizi per il cittadino.

Pierluigi Biondi, Sindaco dell’Aquila: “Il 5G è un pezzo del percorso che la città dell’Aquila sta facendo nell’ambito dell’innovazione tecnologica e della ricerca scientifica, ricerca anche applicata perché non vuole rimanere una cosa evanescente, e riteniamo che l’implementazione dei servizi che si possono fornire ai cittadini attraverso la tecnologia, da un lato semplificano la vita delle comunità locali, dall’altro sono uno dei pezzi necessari per invertire la tendenza dello spopolamento delle aree interne”.

Edoardo Alesse, Rettore Università L’Aquila: “Oggi noi attraverso la convenzione con Lottomatica e l’utilizzo della rete di distribuzione dei tabaccai facciamo sì che tanti servizi, specie in un territorio estremamente esteso e difficilmente raggiungibile come quello dell’Aquila, possano essere di agevole acquisizione anche nelle sedi più periferiche e questo è un vantaggio sicuramente importante per la popolazione, su base provinciale, ma successivamente anche in maniera più espansa, essendo una sperimentazione aperta che può espandersi all’intera comunità nazionale”.

CONDIVIDI SU:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su