Header Top
Logo
Venerdì 20 Settembre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Venduto per 660 mln di euro il grattacielo del dissidente cinese

VIDEO
colonna Sinistra

Venduto per 660 mln di euro il grattacielo del dissidente cinese

In cima una testa di drago, apparteneva al miliardario Guo Wengui

Roma, 20 ago. (askanews) – A Pechino un grattacielo con la testa di drago, confiscato a un miliardario in esilio, è stato venduto all’asta su internet per 5,18 miliardi di yuan (660 milioni di euro), ultimo “scalpo” di una rocambolesca saga politico-finanziaria.

La torre di 40 piani, che domina lo stdio olimpico dei Giochi del 2008, è stato venduto in 24 ore sul sito del gigante cinese dell’e-commerce Alibaba.

Più di 145.000 utenti hanno seguito l’asta, ma solo due offerenti si sono fatti avanti. Il vincitore è una filiale di un grande gruppo immobiliare, che ha ottenuto l’immobile per un prezzo poco superiore al prezzo minimo previsto.

L’edificio è stato messo in vendita 5 anni dopo essere stato sequestrato al miliardario cinese Guo Wengui, accusato da Pechino di corruzione e ora in esilio a New york, da dove lancia attacchi contro il regime comunista del presidente Xi Jinping, il quale – sostiene il miliardario – utilizza la sua campagna anti-corruzione per fare fuori i suoi avversari politici.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su