Header Top
Logo
Lunedì 22 Luglio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Aeronautica, Made in Italy in grande spolvero al Salone di Parigi

VIDEO
colonna Sinistra

Aeronautica, Made in Italy in grande spolvero al Salone di Parigi

Per Leonardo accordi per oltre 100 Atr-72 e 5 nuovi Aw139 dei VVF

Le Bourget, 19 giu. (askanews) – Made in Italy in grande spolvero al Salone aeronautico francese di Le Bourget, alle porte di Parigi. Il consorzio Atr, di cui fa parte anche l’italiana Leonardo, ha portato a casa uno straordinario accordo con Nac, azienda di leasing specializzata in velivoli regionali, per la vendita di 35 aerei Atr 72 della serie -600, da 78 posti, con un’opzione per altri 35 velivoli e diritti d’acquisto per ulteriori 35. Le consegne inizieranno a partire dal 2020 e continueranno fino al 2025.

L’ATR72-600, qui ripreso con la livrea della compagnia Silver che lo utilizzerà in Florida, è un aereo particolarmente versatile, affidabile ed eco-friendly, grazie ai suoi motori turboelica che assicurano un vantaggio in termini di consumo di carburante, riducendo di almeno il 40% i costi e le emissioni di Co2.

L’ultima versione, inoltre, offre maggiori comfort per il passeggero con nuovi sedili (in questo specifico esemplare disegnati da Giugiaro) e connettività in cabina. Annunciati anche i primi ordini per la versione Stol in grado di operare da piste più corte rispetto a quelle convenzionali.

Atr inoltre sta mettendo a punto un sistema di realtà aumentata denominato “Clear vision” che permette ai piloti di operare in sicurezza anche in condizioni di bassissima visibilità.

Leonardo a Parigi ha anche annunciato di aver firmato nuovi contratti per 5 ulteriori elicotteri AW139 destinati ai Vigili del Fuoco che verranno consegnati entro giugno 2020.

Il nuovo contratto prevede un pacchetto di supporto logistico integrato e addestramento per piloti e tecnici. Gli ordini hanno un valore di oltre 75 milioni di euro e fanno seguito all’acquisto delle prime 3 unità, di cui due già consegnate quest anno. Il terzo, invece, era in esposizione statica proprio a Le Bourget ed è stato ammirato anche dal premier Giuseppe Conte e dal ministro della Difesa, Elisabetta Trenta che ha anche scherzato con i piloti.

Esposti a Parigi anche i jet d’addestramento italiani M-346 e, soprattutto, il nuovissimo M-345 i cui primi 13 esemplari verranno consegnati all’Aeronautica Militare a partire da gennaio 2020. Questo aereo sostituirà gli Mb-339 alla scuola di volo di Galatina e della Pattuglia acrobatica nazionale “Frecce Tricolori” che dovrebbe essere l’ultimo reparto dell’Aeronautica a ricevere il nuovo jet.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su