Header Top
Logo
Lunedì 22 Aprile 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Cina, esplosione in una fabbrica: il bilancio sale a 64 morti

VIDEO
colonna Sinistra

Cina, esplosione in una fabbrica: il bilancio sale a 64 morti

È uno degli incidenti più gravi nella storia del Paese

Milano, 23 mar. (askanews) – Proprio nei giorni in cui il presidente della Repubblica popolare Cinese Xi Jinping è in visita di Stato in Italia, la Cina si trova ad affronatare una delle più gravi tragedie della sua storia; almeno 64 persone sono morte a causa di una potente esplosione avvenuta giovedì 21 marzo 2019 in un impianto che produce fertilizzanti chimici di proprietà della Tianjiayi Chemical a Yancheng, nella Cina orientale.

Ventotto sono le persone che risultano ancora disperse, secondo indiscrezioni di stampa locali che citano Cao Lubao, il sindaco di Yancheng, situata 260 chilometri a Nord di Shanghai. I soccorritori hanno estratto vivo dalle macerie un operaio quarantenne, circa 40 ore dopo l’incidente. Più di 600 persone hanno avuto necessità di cure.

L’esplosione ha devastato delle abitazioni lungo un raggio di

più chilometri. La deflagrazione ha provocato una enorme palla di fuoco di decine di metri di altezza e una spessa colonna di fumo.

Il governo cinese ha annunciato di aver costituito una commissione di inchiesta per far luce sulle cause della sciagura. Le autorità locali hanno riferito di diversi arresti, senza comunicarne il numero preciso.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su