Header Top
Logo
Giovedì 21 Febbraio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cultura
  • Fino al 13 gennaio a Roma la mostra del Talent Prize 2018

VIDEO
colonna Sinistra

Fino al 13 gennaio a Roma la mostra del Talent Prize 2018

Premio speciale dedicato al mecenate Emmanuele Emanuele

Roma, (askanews) – È tutto pronto per la mostra dell undicesima edizione del Talent Prize, il premio internazionale di arti visive organizzato da Inside Art, ideato da Guido Talarico e promosso da Roma Capitale-Assessorato alla Crescita culturale e Azienda Speciale Palaexpo. La mostra sarà visitabile dal 15 dicembre al 13 gennaio al Mattatoio.

La grande novità di quest’anno è rappresentata dall’istituzione del Premio speciale dedicato al mecenate Prof. Emmanuele F. M. Emanuele, presidente della Fondazione Cultura e Arte, emanazione della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, che da sempre supporta il Talent Prize.

Il Premio dedicato al Prof. Emanuele è andato a Siavash Talaei, artista iraniano, con l opera Ritratto (Portrait), un dipinto che ingloba in sé un vocabolario reale e fittizio, mescolando immagini prese dalla storia con riferimenti del tutto irreali.

Il premio speciale Utopia, partner del Talent Prize, è stato assegnato al collettivo Polisonum.

La vincitrice del Premio, Corinna Gosmaro, prova a chiarire il messaggio della sua opera.

“La scelta del materiale è una scelta di tipo estetico ma anche una risposta a tutte le domande che mi stavo ponendo e come materiale è una maglia di fibre messi in maniera casuale che mi ha ricordato fin dall’inizio la rete neuronale e in qualche modo come un’impressione si può fermare nel nostro processo di memoria”.

L’esposizione, a cura di Elena Pagnotta e Fabrizia Carabelli, si presenta come un percorso eterogeneo che mostra quelle che sono le ricerche e le tecniche sperimentate negli ultimi anni dagli artisti under 40. Proprio Elena Pagnotta spiega il senso del progetto.

“Il Talent Prize è un premio dedicato ai giovani artisti che possono iscriversi gratuitamente al concorso presentando i loro lavori e una giuria altamente qualificata e prestigiosacomposta dai principali direttori dei musei e della Fondazioni culturali seleziona un vincitore e 9 finalisti. La vincitrice è appunto Corinna Gosmaro che riflette sul tema del paesaggio attraverso questi filtri in poliestere e accanto a lei i finalisti e i primi speciali”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su