Header Top
Logo
Lunedì 10 Dicembre 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Spettacolo
  • Torino Film Festival, da Reitman a Moretti e Mastandrea regista

VIDEO
colonna Sinistra

Torino Film Festival, da Reitman a Moretti e Mastandrea regista

La 36esima edizione, 23 novembre-1 dicembre con 133 film

Roma, (askanews) – Sarà il film di Jason Reitman “The front runner”, con Hugh Jackman nel ruolo del senatore democratico Gary Hart, ad aprire la 36esima edizione del Torino Film Festival (Tff, in programma dal 23 novembre al primo dicembre). Il film di chiusura sarà invece “Santiago, Italia” di Nanni Moretti, documentario in prima mondiale sui mesi successivi al colpo di stato del 1973 in Cile e sul ruolo dell’ambasciata italiana che diede rifugio a molti oppositori di Pinochet.

Saranno 133 i lungometraggi presentati quest anno al festival, di cui 34 in anteprima mondiale.

Per l’Italia in concorso ci sarà il film con cui Valerio Mastandrea esordisce alla regia, “Ride”, che racconta, tra risate e commozione, il modo in cui una donna e suo figlio di 10 anni affrontano il lutto per la morte del marito e padre, avvenuta in fabbrica.

Nella sezione “Festa Mobile” tanti film che tratteggiano lo spirito e la storia di Paesi ed epoche diverse. Per l Italia, per esempio, si parla di cultura, politica, società degli anni ’50, in “Bulli e pupe” di Steve Della Casa e Chiara Ronchini, mentre l’immagine della sessualità e della donna nella tv pubblica negli anni ’80 è al centro di “Sex Story” di Cristina Comencini e Roberto Moroni.

Quest’anno verrà consegnato all attore francese Jean-Pierre Léaud, grande interprete dei film di Truffaut e Godard, il Gran Premio Torino. Pupi Avati sarà il Guest Director e presenterà una sezione intitolata “Unforgettables”, con cinque film che mescolano musica e cinema, due sue grandi passioni.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su