Header Top
Logo
Venerdì 18 Gennaio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • nos
  • Viticoltura eroica, esperienze a confronto al Vinitaly 2018

VIDEO
colonna Sinistra

Viticoltura eroica, esperienze a confronto al Vinitaly 2018

L'agricoltura che sfida i viticoltori italiani da Nord a Sud

Verona (askanews) – Il territorio di Conegliano-Valdobbiadene dove si produce il Prosecco superiore Docg è un territorio “eroico”. Lo assicura Innocente Nardi, presidente Consorzio di Tutela del vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG.

“Il territorio del Conegliano Valdobbiadene che si caratterizza per queste ripide colline rappresenta un territorio dove 3.300 viticoltori quotidianamente si arrampicano su per questi ripidi pendii a coltivare la vite rendendo un prodotto, il Prosecco superiore, un prodotto unico nel suo genere”.

La viticoltura eroica è stato l’argomento affrontato nello spazio espositivo del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore a Vinitaly 2018. Titolo dell incontro “Viticoltura eroica: esperienze a confronto” organizzato dal Consorzio.

All’incontro sono intervenuti Roberto Gaudio, presidente CERVIM (Centro di Ricerca, Studi e Valorizzazione per la Viticoltura Montana) Mamete Prevostini, presidente Consorzio per la Tutela dei Vini di Valtellina, Benedetto Renda, presidente Consorzio Volontario di Tutela e Valorizzazione dei vini a DOC dell Isola di Pantelleria e Innocente Nardi, presidente Consorzio di Tutela del vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG.

“Conegliano-Valdobbiadene è un territorio particolarmente ripido – ha proseguito il presidente del Consorzio di tutela del vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg – dove c’è una viticoltura che rende questo paesaggio unico e inimitabile”.

L’incontro ha avvicinato idealmente aree viticole molto distanti geograficamente ma molto vicine per difficoltà di gestione del vigneto, per passione e ore lavorate, che ogni viticoltore dedica ad esso. Le realtà “eroiche” sono poco estese ma percorrono lo stivale e idealmente lo uniscono.

“La viticoltura eroica è ben più di una pratica agricola” ha sottolineato Nardi “Coltivare queste pendenze significa anche curare il paesaggio, disegnarlo e tutelarlo, infatti è la cura dell uomo che riduce il rischio di smottamenti ed erosioni. Inoltre l’agricoltura in questi luoghi consente alle popolazioni locali di mantenere un legame con il territorio che diversamente rischierebbe lo spopolamento come accade a tante aree montane”.

La 52esima edizione del Vinitaly è un appuntamento importante a cui il Consorzio di Tutela, assicura sempre la sua presenza.

“L’edizione 2018 del Vinitaly – ha aggiunto Nardi – è sicuramente un’edizione di successo. Il Consorzio del Conegliano-Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg ha garantito la propria presenza con oltre 200 etichette dei propri produttori in un’ampio spazio dove da la possibilita’ ai consumatori di degustare le qualità superiori del Prosecco e, nello stesso tempo, ha condiviso con gli altri due consorzi dell’universo Prosecco un’ area comune dove all’interno facciamo conoscere tre mondi diversi. Ovviamente noi siamo interessati a far conoscere cosa il Prosecco Superiore di Conegliano Valdobbiadene quali sono gli eletti di valore di questa denominazione, la storia, il territorio, la cultura e la qualità dei nostri viticoltori e produttori”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su