Header Top
Logo
Sabato 23 Febbraio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Energia, Terna rinnova la sua sede storica di Genova-Morigallo

VIDEO
colonna Sinistra

Energia, Terna rinnova la sua sede storica di Genova-Morigallo

In Liguria programmati investimenti per 200 milioni di euro

Genova (askanews) – A Genova è stata inaugurata, il 9 aprile 2018, la rinnovata sede di Terna all’interno della stazione elettrica di Genova-Morigallo, da cui vengono coordinate tutte le attività di gestione e sviluppo della rete in Alta Tensione del territorio ligure. Alla cerimonia d’inaugurazione, oltre all amministratore delegato e direttore generale di Terna, Luigi Ferraris, hanno preso parte il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, l’assessore regionale allo sviluppo economico, Edoardo Rixi, l’assessore comunale all ambiente, Matteo Campora e Don Gian Piero Carzino, dell’Arcidiocesi di Genova.

La struttura, all’avanguardia tecnologica e costruita secondo principi di efficienza energetica e ambientale con un investimento di circa 2 milioni di euro e 20 mesi di lavoro, si allinea ai migliori standard aziendali in tema di qualità degli ambienti di lavoro.

L’Ad di Terna, Luigi Ferraris.

“È una sede del 1930 – ha spiegato – che è stata riammodernata nel tempo e oggi l’abbbiamo adeguata ai migliori standard di qualità e sostenibilità ambientale. Abbiamo delle soluzioni tecnologiche anche per l’alimentazione dell’energia che sono sicuramente all’avanguardia e che ci hanno consentito anche di risparmiare energia stessa consumata con soluzioni di efficienza energetica importanti. È una sede che ospita una cinquantina di nostri colleghi che sono il fulcro della nostra presenza nel territorio ligure”.

L’intervento a Genova rappresenta la conclusione di un più ampio progetto di Terna dedicato all ammodernamento delle sedi delle principali città italiane, tra cui Palermo, Roma, Milano, Torino, Firenze e Napoli.

In Liguria – dove Terna è presente con oltre 2mila chilometri di linee elettriche in alta e altissima tensione, 24 stazioni elettriche e 100 persone – l’azienda ha pianificato nei prossimi anni per lo sviluppo della rete elettrica regionale interventi per circa 200 milioni di euro, che impegneranno 80 imprese e 400 lavoratori tra tecnici, operai, professionisti e studi tecnici.

“Ovviamente – ha concluso Ferraris – continueremo ad effettuare attività di manutenzione che significa ulteriore spending e ulteriore lavoro per la comunità locale”.

Per la Regione Liguria, come ha sottolineato il governatore Giovanni Toti, Terna è un partner strategico di grande importanza.

“Terna oggi inaugura una sede efficiente – ha detto – una sede che dimostra l’attenzione che questa azienda ha per un territorio così importante per lo sviluppo economico italiano. Una sede compatibile, quindi pur nelle sue limitate dimensioni un esempio su quello che dev’essere l’integrazione tra politiche energetiche e ambientali e abbiamo fatto con il dottor Ferraris, che di Terna è il capo, una serie di punti su quello che stiamo facendo in questa regione insieme per rendere più moderno il sistema di rifornimento energetico”.

Tra i principali interventi in Liguria è previsto il riassetto e il potenziamento della rete elettrica di Genova che consentirà un migliore sfruttamento della generazione termica presente nell’area, garantendo maggiore affidabilità, sicurezza e continuità dell’alimentazione elettrica metropolitana.

Verrà, inoltre, completato l’intervento lungo il torrente Sturla che nella sua fase finale prevede l’interramento della linea elettrica Molassana-Borgoratti e la demolizione di 8 tralicci in un’area abitata. I sostegni che sono stati posti in modo transitorio lungo la sponda del torrente, dopo essere stati messi in sicurezza, sono stati armonizzati con l’ambiente circostante attraverso l’innovativa metodologia del “cromatismo predominante del paesaggio”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su