Header Top
Logo
Mercoledì 18 Luglio 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Innovazione, ma anche trasparenza e privacy al Ces 2018

VIDEO
colonna Sinistra

Innovazione, ma anche trasparenza e privacy al Ces 2018

Intervista al Ceo della Cta Shapiro anticipa tendenze future

Las Vegas (askanews) – L’innovazione è il focus del Ces 2018, la fiera della tecnologia consumer che si tiene a Las Vegas, che diventa occasione per parlare di temi di interesse mondiale come sicurezza e privacy che toccano direttamente la vita di tutti. Gary Shapiro, Ceo e presidente della Cta, la Consumer technology association che organizza il Ces, spiega ad askanews cosa c’è nell’edizione 2018 e cosa bisogna aspettarsi nel prossimo futuro.

“Il Ces 2018 – ha spiegato – è il più grande evento mondiale di tecnologia, un importante evento di business con 40mila imprese. Ci si focalizza molto sulle auto a guida autonoma, intelligenza artificiale, robotica e sulla Smart home cioè la casa connessa, ma ci sono anche le Tv in 4k e ultra HD e registratori dvd e blu Ray per il 4k. Inoltre abbiamo gli speaker, i servizi vocali per l’accesso a internet con l’intelligenza artificiale per una casa dove si comandano non solo le luci e gli impianti di sicurezza, ma si risponde anche alle domande sul meteo”.

“Ci siamo concentrati su come l’innovazione cambia in meglio le nostre vite, ma dobbiamo anche parlare di trasparenza, i governi devono affrontare il tema della privacy, occupazione e sicurezza, i rischi per i bambini in un mondo di schermi e telefoni, abbiamo grandi opportunità con le auto e migliori soluzioni per la salute”.

“Ogni volta che l’innovazione fa un passo avanti, sin dagli albori con la scoperta del fuoco, passando per l’invenzione della ruota o la stampa, la radio e la Tv, i computer e gli smartphone, l’innovazione crea degli strumenti che sono grandi cose che possono aiutare a salvare l’umanità, ma anche temi da affrontare e di cui parlare”.

“Oggi chiunque nel mondo può creare una nuova società, noi li incoraggiamo, chi ha un computer, uno smartphone e una connessione a banda larga oltre che un’idea è benvenuto, abbiamo oltre 900 imprese che sono startup nella sezione Eureka park, l’Italia ne fa parte e siamo molto felici. È un fenomeno globale, ogni paese può essere innovatore”.

“Lavoriamo alle edizioni 2019 e 2020, anno in cui sarà pronto un nuovo edificio più grande, comunque continueremo a concentrarci su innovazione, Smart city, robotica e cura della salute oltre che auto a guida autonoma”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su