Header Top
Logo
Mercoledì 18 Luglio 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
VIDEO
colonna Sinistra

Palermo, il concentratore trasforma l’energia solare in meccanica

Presentato nel corso dell'inaugurazione del nuovo anno accademico

Palermo (askanews) – È stato presentato ufficialmente a Palermo il nuovo concentratore in grado di trasformare l’energia solare in forza meccanica. La cerimonia si è svolta nell’aula magna della Scuola Politecnica del campus universitario di Palermo, in occasione dell’apertura dell’anno accademico 2017-2018 dell’ateneo palermitano.

L’impianto ad alta tecnologia basato sullo sfruttamento della radiazione solare concentrata (CSP-Concentrating Solar Power) impiega l’energia rinnovabile del sole per convertire la luce in energia elettrica e calore in modo simile a un pannello fotovoltaico o un collettore solare; la luce solare concentrata riscalda il motore Stirling che a sua volta produce elettricità.

Il concentratore riesce a fornire energia elettrica in modo innovativo senza generare combustioni, produrre polveri o fumi, trasmettere o ricevere radiofrequenze e inquinare l’aria, l’acqua o il suolo. Unico in Europa, sarà il primo nel mondo a essere connesso alla rete elettrica, come ha spiegato Vincenzo Di Dio, docente di Produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili dell’ateneo palermitano.

“L’impianto ha tre finalità – ha spiegato – quello di consentire un risparmio di energia, ma per questo sarebbe bastato anche solo un banale impianto fotovoltaico, poi di fungere da volano per lo sviluppo di attività culturali con le imprese siciliane che potranno sviluppare un loro know-how che sarà quello che riusciranno a esportare al di fuori e il terzo elemento che connota l’impianto è costituire un hub per attività di ricerca nel campus universitario”.

La presentazione ha offerto l’occasione al rettore, Fabrizio Micari per fare il punto sul periodo di grande rilancio dell Università palermitana che conta oggi una comunità di 42mila studenti, 125 corsi di studio, circa 1.500 docenti e 2mila unità di personale tecnico-amministrativo.

“L’appello che ho fatto negli anni passati e che farò anche quest’anno – ha detto – è che noi produciamo tanti ragazzi bravissimi e motivati, sarebbe bello che quest’energia fosse spesa su questo territorio”.

Alla cerimonia erano presente tra gli altri anche il neo assessore regionale all’Istruzione e Formazione, nonché ex rettore dell’Università di Palermo, Roberto Lagalla e il deputato regionale del Movimento 5 Stelle, Giancarlo Cancelleri.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su