Header Top
Logo
Lunedì 18 Dicembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
VIDEO
colonna Sinistra

Come combattere riciclaggio e corruzione

Vedana (Uf): la legge sul "whistleblowing" aiuterà la legalità

Roma, (askanews) – “Il fenomeno del riciclaggio continua a dimostrare purtroppo una grande “attualità” nel nostro Paese. Nell’ultimo anno sono state prossime alle centomila le operazioni sospette segnalate all’Unità informazioni finanziarie di Bankitalia, il che significa anche una maggiore attenzione da parte degli intermediari e dei professionisti”. Lo afferma Fabrizio Vedana, vicedirettore generale di Unione Fiduciaria che ha partecipato a Roma al Settimo Salone Antiriciclaggio, occasione d’ incontro e confronto per mettere in luce le novità del recente decreto che ha recepito la quarta direttiva europea antiriciclaggio. Vedana si occupa anche di anticorruzione e così commenta la legge appena approvata dal Parlamento sul whistleblowing, letteralmente “soffiare nel fischietto”, espressione che indica le segnalazioni che i dipendenti di banche e aziende fanno su comportamenti scorretti o sospetti di loro colleghi. “La legge – dice Vedana – consentirà all’Italia di risalire nella classifica che amnualmente viene fatta da Transparency e che vede spesso il nostro Paese in fondo alla classifica. La legge prevede tutele a favore di colui che soffia nel fischietto e così facendo segnala comportamenti illeciti di altri colleghi. Noi di Unione fiduciaria offriamo a banche e imprese un “fischietto metaforico” cioè un’applicativo che consente in maniera facile e veloce di effettuare una segnalazione su comportaneti infedeli di colleghi, con la sicurezza dell’anonimato e la garanzia che la segnalazione arriverà soltanto alla persona incaricata dell’anticorruzione in azienda. Nel mondo bancario il nostro applicativo viene già utilizzato da oltre 130 mila dipendenti ed ora è a disposizione di tutte le altre aziende che in base alla legge dovranno dotarsi di sistemi di questo tipo. Un’azienda che volesse utilizzare il nostro applicativo – conclude Vedana – può andare sul portale dedicato www.ufwhistleblowing.it dove può testarlo, in attesa di avere disponibile una app che stiamo predisponendo e che consentirà a tutti i soggetti interessati di scaricarla e utilizzarla attraverso un codice che verrà loro assegnato. Dei 130 mila dipendenti bancari che già utilizzano l’applicativo, alcuni lo hanno utilizzto per segnalare coportamenti scorretti”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su