Header Top
Logo
Giovedì 14 Dicembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
VIDEO
colonna Sinistra

Osservato nello Spazio il primo asteroide interstellare

È un oggetto scuro, rossastro e allungato mai visto prima

Roma, 20 nov. (askanews) – Il nome è alquanto impronunciabile, ‘Oumuamua, ma la sua vera peculiarità è che si tratta del primo asteroide interstellare mai osservato fino a oggi. Anche la sua forma è particolare; contrariamente alla maggior parte degli asteroidi conosciuti, non è sferiforme ma lungo e sottile come un sigaro, circa 10 volte più lungo che largo, scuro, rossastro, roccioso o con un elevato contenuto di metalli.

È stato osservato dagli astronomi grazie al Vlt, il Very Large Telescope dell’Eso in Cile e da altri osservatori in tutto il mondo che hanno mostrato come questo oggetto singolare abbia viaggiato nello Spazio per milioni di anni prima dell’incontro casuale con il sistema solare. I risultati sono stati pubblicati dalla prestigiosa rivista Nature.

‘Oumuamua, ritenuto lungo circa 400 metri, è stato avvistato per la prima volta il 19 ottobre del 2017 dal telescopio Pan-Starss 1 alle Hawaii; era poco più di un puntino di luce che si muoveva in cielo e inizialmente si è creduto che fosse una cometa. I calcoli dell’orbita hanno mostrato che non proveniva dall’interno del Sistema Solare ma dallo spazio interstellare, dove stava rapidamente tornando, viaggiando a circa 95mila km/h.

Si ritiene sia arrivato più o meno dall’attuale posizione della stella Vega, nella costellazione settentrionale della Lira. Ma non è detto che provenga da lì, probabilmente ha vagato per la galassia per centinaia di milioni di anni prima di imbattersi casualmente nel Sistema Solare.

Gli astronomi stimano che un asteroide interstellare simile a ‘Oumuamua attraversi il Sistema Solare interno circa una volta all’anno, ma poiché sono deboli e difficili da trovare, non sono mai stati identificati finora.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su