Header Top
Logo
Mercoledì 11 Dicembre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Ex presidente Catalogna a processo per referendum su indipendenza

VIDEO
colonna Sinistra

Ex presidente Catalogna a processo per referendum su indipendenza

Mas: "Sono processato per aver consentito al popolo di votare"

Roma, (askanews) – “Disobbedienza grave” per aver organizzato nel novembre del 2014 un referendum consultivo sull’indipendenza della Catalogna, nonostante il divieto della Corte Costituzionale spagnola. E’ il capo di accusa contro l’ex presidente catalano Artur Mas e due ex ministri del suo governo, il cui processo si è aperto a Barcellona.

A scortare Mas fino in tribunale è stata una folla di 40mila

persone, una manifestazione che ha di fatto ravvivato l’indipendentismo, da qualche tempo in lieve calo nei

sondaggi, dopo il 47% raggiunto in occasione delle scorse

elezioni regionali. “E’ la prima volta che un governo viene processato per aver consentito al popolo di votare”, ha affermato l’ex governatore all’uscita dal tribunale.

Se condannati, Mas e si suoi ex ministri rischiano l’interdizione dai pubblici uffici per 10 anni: ma all’orizzonte si profila un nuovo referendum di indipendenza, che il governo regionale – ora guidato da Carles Puigdemont – vuole organizzare a settembre 2017, ma che potrebbe essere anticipato in caso di condanna contro Mas.

In una conferenza stampa alla vigilia della sua comparizione in aula, Mas ha attaccato il governo centrale di Madrid e ha ribadito l’intenzione del governo regionale di tenere una nuova consultazione.

“Hanno fatto un danno enorme alla democrazia, ma stanno anche facendo un danno enorme all’unica Spagna possibile, che è una Spagna plurinazionale. Siamo determinati ad andare avanti, a continuare. Quello che abbiamo fatto nel 2014 era la cosa giusta, nel modo giusto”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su