Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Storie di Vino: Ciuffa, il “Frascati” piace in tutto il mondo

VIDEO
colonna Sinistra

Storie di Vino: Ciuffa, il “Frascati” piace in tutto il mondo

Catina Cerquetta: esistiamo da 100 anni a Monteporzio Catone

Roma, (askanews) – Sul vino Frascati famoso in tutto il mondo amato soprattutto dai wine lowers di Germania e Inghilterra, Askanews ha intervistato uno dei produttori, Claudio Ciuffa, di questo vinello leggero, amabile, così “beverino”.

“Sono Claudio Ciuffa e sono il proprietario assieme alla mia famiglia della Cantina Cerquetta. Ci troviamo a Monteporzio Catone e la Cantina Cerquetta esiste da quasi 100 anni, io e mia sorella Francesca rappresentiamo la quarta generazione, io in particolare mi occupo della direzione tecnica: sia va dalla vendemmia, dalle uve fino alla bottiglia, mia sorella della commercializzazione”, ha detto ad Askanews.

“L’azienda, esiste da quasi 100 anni, ed è dotata di 2 stabilimenti: qui a Monteporzio Catone facciamo tutta la commercializzazione, tutta la parte agricola viene fatta qui, viene vinificata l’uva, invece nella cantina di Montecompatri, un paese che si trova a 3 km da qui, facciamo tutta la fase di imbottigliamento, stoccaggio e imbottigliamento dei vini. Abbiamo una catena di imbottigliamento molto moderna, una catena da 6 mila bottiglie ora, con la quale riusciamo a fare una produzione di circa 1 milione di bottiglie l’anno, e queste bottiglie sono vendute in 30 paesi diversi”, ha affermato ancora”.

“In particolare – ha osservato – siamo molto presenti in Brasile, Russia, Cina, Giappone, oltre le classiche tradizionali Inghilterra e Germania che sono tradizionalmente, storicamente favorevoli al vino Frascati”.

“Il vigneto alle mie spalle è un vigneto di Frascati DOCG, che è nato 5 anni fa,nel Consorzio di Frascati è stato creato questo disciplinare apposito per il Frascati DOCG, ed è quello che ci sta dando le più grandi soddisfazioni, perchè è un vigneto dove sono stati ripiantati tutti i vigneti autoctoni, tipici del Lazio, e in particolare la composizione maggiore nell’uvaggio è la malvasia puntinata del Lazio che danno al prodotto una tipizzazione, una unicità che lo rende unico ed è il motivo per cui è famoso in tutto il mondo”, ha concluso Ciuffa.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su