Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Confapi la prima a firmare accordi su rappresentanza e contratti

VIDEO
colonna Sinistra

Confapi la prima a firmare accordi su rappresentanza e contratti

Casasco: importante che non ci sia dumping fra i contratti

Roma, 26 lug. (askanews) – Confapi, associazione delle piccole e medie imprese, è la prima a firmare con le tre sigle sindacali gli accordi sulla rappresentanza, sul modello contrattuale e sulla detassazione dei premi di produttività. Un risultato apprezzato dai leader sindacali che parlano di proficua collaborazione e sottolineano l’intesa sulle nuove, moderne relazioni fra le parti sociali. Il segretario della Uil, Carmelo Barbagallo: “E’ importante perché l’abbiamo fatto con un’associazione come la Confapi che rappresenta il tessuto produttivo del paese delle piccole e medie imprese. Averlo fatto senza interferenze del governo e della politica è ancora un ulteriore risultato positivo”.

Insomma le parti sociali sono in grado di trovare da sole le giuste soluzioni. Il primo di molti accordi sottolinea il segretario della Cisl, Annamaria Furlan: “Oggi sigliamo il primo dei speriamo molti accordi che faremo con le altre associazioni datoriali. Gli incontri anche sugli altri tavoli stanno andando davvero bene, si sta facendo un buon lavoro”.

Per il presidente di Confapi, Maurizio Casasco, il problema non è arrivare primi o secondi o terzi, ma assumersi una responsabilità anche come modello per le altre associazioni: “La Confapi è nata nel 1947, quindi compie settant’anni, e quindi con grande responsabilità doveva andare a chiudere alcuni passaggi, alcuni modelli. Uno era il modello contrattuale, l’altro il modello sulla rappresentanza, l’altro quello sulla bilateralità, la detassazione. Io credo che sia importante non solo la proliferazione dei contratti, ma che non ci sia dumping fra un contratto e l’altro”.

Con la firma degli accordi, adesso si procederà in tempi brevi al rinnovo dei contratti di categoria. Da parte sua la leader della Cgil Susanna Camusso insiste sul modello Confapi: l’accordo con il tessuto vivo del paese quello delle piccole e medie imprese, è un esempio di ricetta sana per gli imprenditori come per i lavoratori: “Forse potremmo dire che la contrattazione è uno degli elementi che fa bene alla crescita di un sistema produttivo e alla sua qualificazione”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su