Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Clima, Braga: l’Italia traduca in piano d’azione la sua strategia

VIDEO
colonna Sinistra

Clima, Braga: l’Italia traduca in piano d’azione la sua strategia

La responsabile Ambiente del Pd spiega cosa cambia dopo la COP21

Roma, (askanews) – Con un dibattito nella sala stampa della Camera dei deputati è stato presentato “Il mondo dopo Parigi” una raccolta di commenti e opinioni per capire le sfide globali che ci attendono dopo l’accordo sul clima raggiunto lo scorso dicembre, ovvero l’impegno per fermare i cambiamenti climatici e la delicata transizione verso la fine dell’economia fossile.

“Sono tutte questioni d’infinita complessità, in ogni ambito della vita antropica e naturale”, ha premesso Chiara Braga, responsabile per l’Ambiente del Partito democratico, alla quale abbiamo chiesto cosa cambierà per l’Italia dopo la COP21.

“Intanto l’accordo di Parigi segna uno spartiacque importante sul tema del contrasto ai cambiamenti climatici con un’assunzione di responsabilità da parte di un numero elevatissimo di Governi che si sono assunti il compito e la responsabilità di cambiare il proprio modo di produrre, di gestire il proprio sviluppo nell’ottica di contenere i cambiamenti climatici”, ha spiegato Braga”.

“L’Italia – ha proseguito – è uno tra questi, ha giocato la sua partita a livello europeo e credo che per l’Italia significa adesso attuare non solo la legge di ratifica dell’accordo di Parigi, ma iniziare a pensare a dei cambiamenti profondi sia sul tema delle politiche di mitigazione, quindi scelte energetiche conseguenti, sia, ad esempio, sulle politiche insediative, dei trasporti, che impattano notevolmente sul tema dei cambiamenti climatici, ma anche sulle politiche di adattamento. Ricordo – ha concluso la responsabile Ambiente del Pd – che abbiamo una strategia nazionale che ora ha bisogno in tempi rapidi di essere tradotta in un piano di azione capace di produrre politiche di resilienza agli effetti già indotti dai cambiamenti climatici”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su