Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Poste, al via Hackathon: prima maratona tra talenti del digitale

VIDEO
colonna Sinistra

Poste, al via Hackathon: prima maratona tra talenti del digitale

Nuove soluzioni tecnologiche al servizio dei clienti

Roma, (askanews) – Sono loro i ragazzi del team primo classificato ad Hackathon, vera e propria maratona dedicata a ideare e realizzare progetti digitali e software promossa da Poste italiane nel suo Talent garden di Viale Mazzini a Roma. All’iniziativa durata tre giorni hanno partecipato 80 tra web project manager, sviluppatori e web designer riuniti in 10 squadre per sviluppare idee originali e migliorare l’esperienza degli utenti negli uffici postali. A vincere è stato il team che ha sviluppato Talk Force, una soluzione digitale che integra in app sistemi di intelligenza artificiale e soluzioni di machine learning con l’obiettivo di guidare l’utente in ufficio postale proponendogli anche le soluzioni più adatte.

A spiegare le tappe di Hackathon è Gigliola Falvo, manager di Poste italiane. “Una iniziativa che giunge al termine. In realtà è la prima iniziativa di 4 previste per il 2016. Quindi abbiamo appena concluso il primo Hackathon di Poste italiane. Una iniziativa importante perchè Poste italiane apre le porte ai giovani, ai talenti, agli innovatori in una logica di compartecipazione a quella che è l’innovazione presso Poste italiane”.

A premiare i ragazzi che hanno vinto il viaggio, il soggiorno e l’ingresso al web summit di Lisbona, uno degli eventi internazionali più importanti del mondo Digital che si terrà il prossimo novembre, è stata Francesca Sabetta, manager della funzione Marketing strategico di Poste Italiane: “Poste italiane vuole iniziare un percorso sia dentro sia fuori l’azienda per creare questo elemento di inclusione dove anche le novità, il digitale aiutino il nostro mondo fisico a percorrere il cambiamento che è poi anche il cambiamento dell’Italia”.

Filo rosso conduttore dell’inziativa anche la concretezza delle proposte, come ha chiarito Gigliola Falvo: “Abbiamo chiesto cose molto fattibili, cose che veramente Poste italiane potrebbe indirizzare. Sono venute fuori cose molto interessanti, molto realistiche e ora la vera sfida è farle diventare veramente realtà”.

Appuntamento dunque con la prossima tappa della maratona che rientra nell’ambito delle iniziative di Poste italiane a sostegno delle start up e dei giovani talenti per favorire i percorsi di alfabetizzazione digitale rivolti ai cittadini di ogni età.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su