Header Top
Logo
Domenica 26 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Governo e Parlamento devono accelerare sulla banda larga

VIDEO
colonna Sinistra

Governo e Parlamento devono accelerare sulla banda larga

Al convegno CFWA la richiesta di bandi trasparenti

Roma (askanews) – Governo e Parlamento devono accelerare la realizzazione della banda larga nel nostro Paese: è l’auspicio uscito dal convegno “Connettere l’Italia: banda ultra larga per tutti” organizzato a Roma dalla Coalizione del Fixed Wireless Access (CFWA), che associa 60 operatori di connettività medi e piccoli.

“Sono contento di partecipare a questo evento – dice l’on. Antonio Palmieri, dell’Intergruppo parlamentare per l’Innovazione – perchè pur essendo un parlamentare di opposizione faccio il tifo per l’Italia e quindi confido che la banda larga diventi effettivamente una realtà nel nostro Paese entro il 2020. Per far questo, va valorizzato ogni tipo di collegamento, specie nelle aree più difficili e occorre che tutto quello che il governo ha messo in atto sia realizzato rapidamente e in modo trasparente, a partire dal linguaggio: bandi chiari e amicizia e banda larga lunga”.

“Penso che molto si stia facendo – dice l’on Stefano Quintarelli, dell’Intergruppo parlamentare per l’Innovazione – il Piano del Governo che attacca con decisione le aree più sfavorite è la cosa più concreta che si sta facendo, nel rispetto delle regole europee sugli aiuti di Stato. Non è un caso che nell’ultimo anno abbiamo scalato dieci posizioni nelle classifiche del World Economic Forum sulla digitalizzazione e nei prossimi anni ne scaleremo delle altre. Bisogna però evitare che ogni volta che cambia qualcosa si reinventi la ruota e si ricominci da capo: bisogna costruire sulle spalle di chi è venuto prima”.

“Ci sono molte imprese messe insieme che ambiscono a fare ciò che spesso la grande impresa non riesce a fare – dice il senatore Raffaele Ranucci, della Commissione telecomunicazioni e lavori pubblici del Senato – Nelle aree marginali , cosiddette a fallimento di mercato, sono necessari investimenti più leggeri per dare la possibilità a un Paese come il nostro, il Paese degli 8 mila campanili, di raggiungere quelle località che altrimenti non sarebbero raggiungibili”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su