Header Top
Logo
Martedì 28 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • La corsa per Roma, Meloni: turismo con le rievocazioni storiche

VIDEO
colonna Sinistra

La corsa per Roma, Meloni: turismo con le rievocazioni storiche

Lotta alla corruzione, tornino i bigliettai sugli autobus

Roma, (askanews) – Non è vero che i programmi elettorali per Roma siano tutti uguali, dice Giorgia Meloni, candidata sindaco di Fratelli d’Italia, intervistata negli studi di askanews. “Io ho la mia visione di Roma. La prima cosa da fare è pulirla, riaprire il museo diciamo. Però poi vorrei provare a svilupparlo quel museo, perché Roma è una città che con la concentrazione di beni artistici che ha fa meno turisti di Antalya o Dubai. Bisogna decentrare il potere nelle periferie ben organizzate che diventino anche centri della città, e decongestionare il centro storico. Se nell’area del parco archeologico dei Fori potessimo far rivivere la Roma antica, con rievocazioni storiche per far vedere com’era, penso che i turisti pagherebbero un biglietto incredibile per vederlo”.

“Atac è una questione da affrontare a 360 gradi” prosegue Meloni; “non basta risanare l’evasione di chi non paga i biglietti ma darebbe una mano. Si può fare nella metro con i tornelli non scavalcabili e si può fare nei autobus con il ritorno del bigliettaio che affronterebbe anche il problema della sicurezza nei mezzi. Si può fare perché io per la mobilità interna dei dipendenti delle partecipate; su trentamila dipendenti delle partecipate, le duemila che ci servono per fare questa cosa qui si trovano”.

Sulla prevenzione della corruzione a Roma, Meloni ricorda di aver chiesto consiglio sulla composizione delle liste al presidente dell’Autorità nazionale Anticorruzione, Raffaele Cantone: “stiamo organizzando per i nostri candidati un corso di formazione sul tema, e a Cantone ho chiesto di darci una mano a trovare il responsabile anticorruzione del Comune. Secondo me dovrebbe essere nominato proprio dall’Anac. E poi abbiamo parlato della mia idea di premiare chi denuncia episodi di corruzione, sarebbe una rivoluzione culturale”.

Quanto agli altri candidati, Meloni ride e rifiuta di dire chi appoggerebbe un eventuale ballottaggio fra Raggi e Marchini: “non rispondo neanche sotto tortura. Comunque si risponda si finisce nel tritacarne. Io arrivo al ballottaggio e al ballottaggio voto Meloni…”

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su